Dublino

E’ la capitale della Repubblica di Irlanda, il primo insediamento si attribuisce alla popolazione vichinga (841 a.C.) che pare si fosse installata sul fiume Liffey e da lì controllavano gli scambi commerciali e degli schiavi.
Circa nel 700 a.C. sulla sponda nord del fiume si insediarono la popolazione dei Celti.
Le prime testimonianze scritte ci arrivano intorno al 140 d.C. , sotto il dominio romano, e successivamente con l’arrivo sull’isola di Maewyin Succat (385-361 d.C.) meglio conosciuto (dopo la santificazione) Come San Patrizio, quest’ultimo portò e diffuse il Cristianesimo in Irlanda, Divenendone il Patrono.
I secoli a seguire sono costellate da guerre tra danesi, celti, vichinghi, e capi delle contee confinanti.
Nel 1172 a seguito dell’invasione anglo-normanna Dublino venne nominata capitale d’Irlanda, attirando popolazioni provenienti dal Galles ed Inghilterra.
Per arginare l’influenza dei nativi intorno al XIV secolo gli inglesi costruirono una fortificazione (chiamata The Pale) intorno alla capitale che proteggeva le terre per almeno 20 miglia dal centro città, questa fu efficace contro le invasioni dei Gaelici, e di altre popolazioni ostili, di fatto quest’area nel XV secolo era l’unica porzione dell’isola controllata degli inglesi, e gli abitanti ci tenevano che rimanesse tale, escludendo qualsiasi infiltrazione da parte degli irlandesi.
Quest’isolamento portava ad una situazione igienica molto malsana infatti spesso scoppiavano focolai di varie malattie mortali, una delle più devastanti fu la pesta nera che nel 1348 che decimò gli abitanti, la cosa si ripete nel 1649.
La storia dell’isola, e di Dublino in particolare, è costellata da continue lotte spesso molto violente, e che causarono centinaia di morti, tra inglesi e irlandesi, purtroppo questa situazione si è protratta sino a pochi decenni or sono.
Nonostante la città sibì gravi danni durante le varie guerre, vi sono dei siti da vedere a Dublino, ve ne consigliamo alcuni.

St. Patrick’s e Christ Church Cathedral

sono due Cattedrali di fede Cristiana Anglicana Irlandese vicine tra loro, e visitarle entrambe viene naturale, la St.Patrick’s (San Patrizio) è la più grande delle due fu costruita tra il 1191-1220 vicino al pozzo che il Santo battezzava i fedeli, questa si presenta in stile gotico, ricca di monumenti al suo interno è degna di nota la famosa Lady Chapel, molto belle sono anche le vetrate colorate.
La Christ Church Cathedral fu costruita su una precedente costruzione in legno del 1038 e successivamente, dopo un incendio, fu ricostruita tra il 1173 ed il 1240, lasciata in disuso ed abbandonata venne ristrutturata nel XIX secolo, il restauro ridiede splendore alla struttura.
In un’ala della Cattedrale c’è un museo dedicato alla storia medievale e vichinga della città.
Ad oggi è la sede della diocesi anglicana di Dublino.

Il Castello di Dublino

sorge su una antica fortezza vichinga del 930 d.C. , venne eretto per ordine di Re Giovanni d’Inghilterra tra il 1204 ed il 1230, la struttura si sviluppava con quattro torri, un ponte levatoio, ed un fossato, nel 1673 e nel 1684 fu distrutto da tremendi incendi, solo una delle torri è rimasta quella originale, la record Tower (1228-1230), la ricostruzione ne cambiò l’aspetto da castello medioevale a palazzo residenziale in stile georgiano.
Il Castello nei secoli venne utilizzato per diverse funzioni, oltre che gli appartamenti di stato, fu insediato il tribunale, le prigioni, grandi eventi, centro conferenze, concerti, e manifestazioni artistiche, e nei primi anni del XX secolo erano custoditi i gioielli della corona, che purtroppo furono rubati e mai più ritrovati.
Il castello fu in oltre il centro degli scontri dell’opposizione tra gli inglesi ed il separatismo irlandese.

I Musei di Dublino

Il National Museum of Ireland risiede in un bel palazzo palladiano del 1890, il pubblico potè accedervi dal 14 Agosto 1877, al suo interno vi sono oltre 4.000.000 tra oggetti ed opere di ogni tipo e fattura che risalgono dall’età della pietra ad oggi, la sua enorme collezione è stata possibile grazie all’unione di diverse istituzioni culturali della città.

Il National Gallery of Ireland si trova al centro di Dublino in un palazzo dell’ottocento, la sua apertura al pubblico risale al 1864, nel corso degli anni fu ampliata e ristrutturata, con l’ultimo intervento fatto nel 2002 si crearono quattro spazi (o ali) distinti per separare le opere a seconda della provenienza e dello stile pittorico.
L’ultima ala costruita ( chiamata Millenium Wing) è dedicata alla didattica ed alle opere moderne,
Milltown Wing ospita opere dei pittori irlandesi del XVIII e XIX, oltre ad opere fiamminghe ed olandesi, vi è anche una sala dedicata al Caravaggio, tra i nomi più famosi dei pittori spiccano: Rembrandt, Vermeer, G.B.Tiepolo, George Barret.
Nella Beit Wing sono collocate le opere di autori britannici, americani, italiani, tedesco, olandese e spagnola, tra gli autori di grande risonanza ci sono : Jack Butler Yeats, Canova, Beato Angelico,Paolo Uccello,Ghirlandaio, Perugino, Mantegna, Francisco de Goya, Diego Velazquez.
Nella Dargan Wing ultima ala sono presenti dipinti di autori britannici ed irlandesi, e cinque sale dedicate al Barocco italiano, francese e spagnolo, ed opere fiamminghe e francesi con quadri di Monet, ma anche opere di Picasso e Nicolas Poussin .
Questa favolosa galleria è aperta tutto l’anno, con chiusura solo nei giorni 24-25-26 Dicembre, l’entrata è gratuita.

Il National Museum of Art and History è ospitato nella ex caserma militare chiamata Collin Baracks, quest’ultima era una residenza privata sorta nel 1665 e poi venduta alla regina Anna nel 1703, che la adibì a caserma e centro di addestramento militare, con annesse carceri, tale mi rimase fino al 1997 quando venne ristrutturato ed adibito come museo.
L’edificio è molto grande ed un po’ austero ma nel complesso c’è molto da vedere e camminare al suo interno vi sono opere di autori poco conosciuti (per vedere questi l’ingresso è gratuito) ed autori importanti come ad esempio Rembrandt e Picasso (per accedere a queste sale il costo del biglietto era di oltre 17.00 Euro), vi sono sale con una grande varietà di argenteria, armi, mobili antichi, gioielli, sculture, quadri, porcellane, ceramiche,vestiti , e molto altro .
Qui avrete la possibilità di conoscere la storia di questo paese fin dalle sue origini attraverso tutti gli oggetti e le opere che vi troverete, una visita da non perdere.
Per ultimo, ma non per questo meno affascinante, una visita all’Irish Writers Museum vi farà conoscere gli scrittori irlandesi del passato e del presente.
Il sito è accogliente e piacevole una visita la merita.

La Guinness Storehouse

è una visita obbligatoria per chi vuole entrare nel cuore di Dublino, il Sig. Arthur Guinness nel lontano 1759 volle seguire un sogno ed affittò un edificio con un contratto della durata di 9.000 anni ad una cifra di 45 sterline l’anno, il suo sogno si realizzò a costo di grandi sacrifici, ma oggi il marchio Guinness è famosa e molto apprezzata in tutto il mondo, nel 2000 questo edificio fu ristrutturato ed adibito per permettere ai visitatori di vivere tutti i passaggi di fermentazione di questa famosa birra (la Black Stuff), e per gustare il suo originale aroma in un ambiente unico nel suo genere.

La cucina a Dublino

La Guiness è un simbolo dell’Irlanda

[Luglio, 2011] Questo è l’interno del Guiness Storehouse, a Dublino in Irlanda un museo/attrazione della birra Guiness appunto. L’edificio principale è un’ampia costruzione a forma di bicchiere e, da tutte le parti, ci sono numerosi…