Popolazione della Bosnia Erzegovina : 3.531.159 dati approssimativi del 2016

Lingua : Serbo , Bosniaco , Croato

Moneta corrente : Marco Bosniaco ( cambio fisso con Euro )

Fuso Orario : UTC +1

Prefisso telefonico : +387

Sigla automobilistica : BiH

Presa elettrica : tensione 220 Hz 50 , prese tipo “ C “ e “ F “

La bandiera : Un rettangolo blu con un triangolo giallo al centro con una punta rivolta in basso che termina nella parte inferiore della bandiera , sul lato del triangolo verso l’asta della bandiera in campo blu , ci sono sette stelle intere e due mezze stelle gialle che si interrompono con il bordo della bandiera.

Capitale : Sarajevo

Confini : Serbia , Montenegro , Croazia

Ambasciate :
Ambasciata Bosnia-Erzegovina in italia , via Bazzoni 3 , 00195 Roma tel. 06/3728509 , fax 06/3728526 .
Consolato Bosnia-Erzegovina in italia , P.zza Duca d’Aosta 30 , 20110 Milano , tel. 02/66982707 , fax 02/66984688
Consolato ed Ambasciata Italiana in Bosnia-Herzegovina , Ulica Cekalusa 39 , 71000 Sarajevo

Ingresso nell’ONU : 22 Maggio 1992

Voli : Attualmente non ci sono voli diretti dagli aeroporti italiani , ma a seconda della compagnia aerea si fa scalo.
L’aeroporto di Sarajevo si trova in località Butmir che dista circa 12 km. dalla città.

Clima : Il clima è tipico dell’Europa centro e sud Orientale , tipicamente continentale con inverni rigidi e nevosi ed estati con escursioni termiche , e possibili caldi afosi , non mancano le frequenti piogge.

VIAGGIO IN BOSNIA ERZEGOVINA

La nazione esce da un conflitto interno che ha lasciato cicatrici indelebili , ha causato la distruzione di interi quartieri nelle più belle città del paese , ha distrutto testimonianze storiche che non si potranno più recuperare , ma la gente ha voglia di risorgere e ce la sta mettendo davvero tutta .

E grazie alla forza di questo popolo che la nazione oggi ha molto da offrire , le bellezze naturali offrono agli appassionati di montagna diversi sport , tra cui lo sci invernale , o il rafting su meravigliosi fiumi di montagna , tra gole mozzafiato e piccole rapide , oltre a stupendi sentieri da percorrere in mountain bike o a cavallo , o semplicemente per lunghe passeggiate a piedi.

Ma se non avete voglia di avventura nella natura , potrete passeggiare per le strade di incantevoli città come Sarajevo , o Mostar , e rilassarvi in qualche localino in ambienti veramente suggestivi .

Un sito molto frequentato da fedeli Cristiani è sicuramente Medjugorje , questo piccolo comune nella zona meridionale del paese , vicino alla Croazia , è diventato molto famoso per la Cristianità , grazie a delle apparizioni della Vergine Maria , rivetosi a dei giovani del posto .

Oggi è uno dei luoghi di culto più frequentati dai fedeli , e per poter far fronte a questo pellegrinaggio , il comune si è molto ingrandito e sviluppato , dando così lavoro alla popolazione del posto , e creando ricchezza .

GEOGRAFIA

La Bosnia Erzegovina è un piccolo stato , ha una superficie di circa 51.197 km. quadrati .

Grazie ad accordi internazionali presi alla fine del conflitto interno dell’ex Jugoslavia , lo stato ha un piccolo sbocco sul Mar Mediterraneo , solo circa 25 km .

Nella parte centrale ed occidentale del paese troviamo le Alpi Dinariche , con cime che superano i 2000 mt.

Nel settore orientale e nord orientale troviamo pianure e dolci colline .

Ad oriente il paesaggio offre fitte foreste ed incantevoli pianure .

La Bosnia Erzegovina è bagnata da 9 fiumi : Sava , Sana , Una , Drina , Bosna , Lim , Piva , Neretva .

Nel territorio i laghi di una certa rilevanza sono 7 : Il più grande è il Lago del Pliva , poi in ordine di grandezza viene il lago Bùsko Blato , il lago Modrac , il lago di Rama , il lago di Jablanica , il lago di Blidinje , ed il piccolo lago Boracko .

STORIA

Diversi gruppi etnici , differenti tra loro sia per credo che per lingua si sono insediati nell’odierno territorio della Bosnia-Erzegovina , stiamo parlando del periodo Neolitico .

Tra questi , l’etnia preponderante era sicuramente quella degli Illiri .

Nel 229 a.C. iniziò una tra le più lunghe e sanguinose guerre di conquista da parte di Roma contro gli Illiri , alla fine dopo oltre due secoli di guerre i Romani conquistarono l’Illiria , era il IX° secolo d.C. .

Durante questo lungo conflitto non mancarono le numerose incursioni da parte del popolo Slavo , di Bisanzio , ed del popolo Ungaro-Croato .

Nel XIV secolo il territorio venne governato dalle popolazione locali , per almeno due secoli , sino all’invasione da parte del popolo Ottomano , che introdusse la religione Islamica .

Con il Congresso di Berlino nel 1878 , terminò il periodo Ottomano , ed i territori della Bosnia Erzegovina venne ammessi al impero Austriaco , ed un secolo dopo all’Impero Austro-Ungarico .

Agli inizi del ‘900 la situazione politica era molto calda , la vicina Serbia insorse , con la solidarietà degli Slavi del sud , il Regno di Serbia , e con un violento colpo di stato , insediarono a Belgrado un governo di opposizione al potere Austro-Ungarico .

Questa rivolta non tocco la Bosnia ed Erzegovina che insieme alla Slovenia e Croazia rimasero sotto il dominio Asburgico .

Il 28 giugno 1914 l’attentato che portò alla morte l’erede al trono Austro-Ungarico Francesco Ferdinando d’Asburgo-Este da parte di un rivoluzionario Serbo ( Gavrilo Princip ) fece da caprio espiatorio per l’inizio della prima Guerra Mondiale .

La Bosnia ed Erzegovina consolidò l’alleanza con i Croati , i Serbi e gli Sloveni , dando vita il 3 Ottobre 1929 al Regno di Jugoslavia .

Questa unione durò fino al 27 Marzo 1941 , quando le truppe nazi-fasciste il 6 Aprile 1941 invasero i territori , ed ebbe inizio un periodo di atrocità e massacri nei confronti della popolazione serba.

Con l’appoggio dei Russi e degli Inglesi nel 1944 il generale Tito cacciò le truppe nazi-fasciste dai territori , e nel 31 gennaio 1946 fondò la Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia , di fede socialista , indipendente , ma sotto l’influenza sovietica .

Con Josip Broz Tito al comando della nazione le discordie tra le varie etnie erano tenute sotto controllo , questo durò per quasi 35 anni , purtroppo alla sua morte , avvenuta il 4 Maggio 1980 , tutto andò gradualmente peggiorando , sino ad arrivare alla tristemente famosa Guerra dei Balcani , ed al conseguente genocidio .

Tra il 1992 ed il 1995 il conflitto all’interno della ex Jugoslavia tra le varie fazioni ed alleanze si fa sempre più disumano , con pulizie etniche e vere e proprie stragi di civili , totali distruzioni di interi villaggi , il conto dei morti sarà di oltre 100.000 persone .

Con l’intervento dell’ONU , nel 1995 si arriverà ad un accordo di pace , l’Accordo di Daytona , questo stabilisce i confini geografici ed amministrativi , che sono quelli ancor oggi esistenti .

La Bosnia-Erzegovina è attualmente divisa in tre distretti , due dei quali federali , la Federazione Bosniaca popolata quasi esclusivamente da Musulmani , la Repubblica Srpska ( Serba ) è quasi interamente Cristiana , mentre il distretto di Brcko è composta dal 46,95% , del 42% da Serbi il rimanente da Croati .

Religione ed Etnie : Dai dati emersi dall’ultimo censimento del 2013 emerge che il 50,1 % della popolazione si dichiara Bosgnacco , il 30,8 % Serbo , il 15,4 % Croato .

La fede religiosa più numerosa è quella musulmana , con il 50,7 % , gli Ortodossi hanno il 31% , ed i Cristiani il 16% .

Destinazioni Bosnia Erzegovina