Bucarest si trova nel sud della Romania.

È la città più grande del paese, con 2,2 milioni di abitanti (2012). Fu documentato per la prima volta nel 1459 d.C. e abitato dal 500 aC.

Bucarest è la capitale della Romania dal 1862 d.C.

Ha un’elegante architettura costruita nel periodo tra le due guerre mondiali, motivo per il quale si chiamava la piccola Parigi.

La leggenda dice che il nome Bucuresti (Bucarest) proviene da un pastore che fondò la città sul fiume Dambovita, il cui nome era Bucur (questo significa felicità in rumeno).

Il nome Bucarest potrebbe anche venire dal nome delle foreste di faggi – Bukovie, altre fonti collegano il nome della città con il nome albanese – bukureshti – che significa “è bello”.

Il centro storico è uno dei luoghi più animati e pieni di vita a Bucarest.

Vicino al centro della città c’è un’area con piccole strade e una grande varietà di edifici dove si possono trovare oltre 200 pub, club e terrazze.

Nelle sere del fine settimana tutti sono lì. È incredibile vedere così tante persone in un’area così compatta. I pub hanno temi diversi, cercano di imitare culture diverse e formano un grande puzzle di colore, musica, stile e atmosfera.

La Banca nazionale di Romania (Banca nazionale rumena a României, BNR) è la banca centrale della Romania ed è stata fondata nell’aprile del 1880.

Le strade sono molto affollate e c’è sempre molta gente che si muove per trovare il posto migliore dove andare.

In questa parte della città si possono trovare, tra gli altri, la Banca nazionale (la prima banca mai costruita in Romania), la corte reale di Vlad Dracul (Dracula), una vecchia strada famosa chiamata Lipscani e molti edifici che imitano lo stile francese dall’inizio del 20 ° secolo.

Ci sono anche molti ristoranti, alcuni dei quali con un tema chiaro, con cibo e architettura tradizionali, e altri con elementi che riportano in vita l’atmosfera tra le due guerre; molti di questi ristoranti offrono musica dal vivo e un’atmosfera piena di vita.

Il centro storico simboleggia abbastanza bene la miscela della cultura rumena, il grande mosaico che è stato creato qui.

Lo spirito latino, le influenze orientali (Impero Ottomano) e alcuni elementi dell’Europa occidentale (architettura francese, un po ‘di stile di moda italiano, musica internazionale) sono abbastanza visibili.

Se vuoi sentire il tremito di un paese latino e vedere il colore locale devi visitare il centro storico di Bucarest.

Vita notturna a Bucarest
C’è tutto per tutti. La città è grande e i posti per festeggiare sono molti. Indipendentemente dal tipo di stile che preferisci, troverai qualcosa che ti si adatta perfettamente.

L’offerta varia da club glamour, a spazi aperti con piscine e palme fino a quelli con musica dal vivo e sessioni di karaoke. Bucarest è famosa in Europa per le feste esuberanti.

Molte persone vengono solo per i fine settimana per godersi le buone vibrazioni, per esplorare le nuove tendenze della moda, per incontrare persone bellissime e per vivere ad alto livello.

Patrimonio e cultura di Bucarest
Anche se la città non ha migliaia di anni di storia, ha un ricco patrimonio e cultura. C’è una lunga lista di monumenti con un grande valore culturale.

L’Ateneo rumeno è un simbolo per Bucarest e per la Romania. È stato costruito nel 1888 usando denaro donato dai cittadini. È stato progettato da Albert Galleron, l’architetto francese che ha progettato anche la Banca nazionale della Romania.

Oltre la cupola rossa, c’è un affresco di 70 metri di lunghezza e 3 metri di larghezza, su cui 25 scene della storia rumena.

La cucina a Bucarest

Menu del pranzo di Pasqua a Bucarest

[ Apr.2014 ] Io pianifico sempre di andare da qualche parte fuori dall’Europa occidentale durante le vacanze di Pasqua, perchè lì i servizi ed i negozi sono chiusi. La chiesa ortodossa ha una data differente…