Capitale: Lubiana
Popolazione: 2.062.874 abitanti (2015)
Lingua: sloveno
Moneta: euro
Ora locale: UTC+1
Codice telefonico: +386
Presa elettrica: Spina Tipo C e Spina Tipo F
Bandiera: La bandiera slovena è divisa in tre bande orizzontali di uguale dimensioni, di colore bianco in alto, blu al centro e rosso in basso. Sul lato dell’asta si trova lo stemma nazionale: uno scudo che riporta il profilo delle tre cime del Monte Triglav.
Ambasciata Italiana: Ambasciata d’Italia a Lubiana
Snezniska Ulica, 8
1000 Lubiana
Tel. 00386 1 4262194; 0038614262320; 0038614258659
fax 00386 1 425 3302
Email: segreteria.lubiana@esteri.it
www.amblubiana.esteri.it

Tempo di volo: il tempo di volo approssimativo dall’Italia alla Slovenia è di 56 minuti.
Miglior stagione per visitarla: la Slovenia si può visitare in tutte le stagioni, tuttavia il mese migliore per visitare il paese è settembre, quando la folla estiva se n’è ormai andata.
Documenti necessari: i cittadini italiani possono visitare la Slovenia con la carta d’identità valida per l’espatrio oppure con il passaporto.

Informazioni di viaggio

Membro dell’Unione europea dal 2004, la Slovenia è raggiungibile da tutti i paesi limitrofi, grazie agli ottimi collegamenti stradali.
La Slovenia vanta una rete ferroviaria capillare, quindi è possibile raggiungere diverse località del paese viaggiando in treno.
La Slovenia è servita inoltre da voli giornalieri in partenza da numerose città europee.
La compagnia aerea nazionale slovena è la Adria Airways, che esegue voli diretti dall’aeroporto Brnik di Lubiana verso la maggior parte delle principali città europee.
Poiché la Slovenia è un paese di mare, si può facilmente raggiungere anche in nave e in barca a vela: durante la stagione estiva sono frequenti anche i servizi effettuati con motoscafi che partono da Venezia e Trieste.

Clima e periodo migliore per visitarla

Il clima della Slovenia è di tipo mediterraneo sulla costa, alpino sulle montagne e continentale negli altopiani e nelle valli orientali: qui le estati sono calde, anche se mitigate dall’altitudine e gli inverni sono molto freddi.
La temperatura media annua sulla costa adriatica è di 13,8 °C: durante i mesi invernali la temperatura media scende a 4,9 °C mentre nei mesi estivi sale a 23,3 °C.
Nella capitale Lubiana, situata a quasi 400 metri di quota nella zona centrale del paese, la temperatura media annua è di 9,3 °C mentre la temperatura media invernale scende a -1,1 °C e quella estiva è di 19,2 °C.
Le precipitazioni sul territorio sloveno sono variabili, con valori di 1000 mm sulla costa, 800 mm nel sud-est, 1400 mm nella Slovenia centrale e 3 500 mm lungo l’arco alpino.
Se si desidera visitare la Slovenia durante il periodo della Festa nazionale, occorre recarsi nel paese il 25 giugno, giorno in cui si celebra l’anniversario della dichiarazione d’indipendenza del 1991 dalla Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia.

Geografia

La Slovenia si trova nell’Europa centro-meridionale, tra le Alpi e la penisola balcanica, e confina con l’Italia, l’Austria, la Croazia e l’Ungheria.
Il territorio sloveno è prevalentemente montuoso infatti si trova per la maggior parte a più di 200 m sul livello del mare.
La Slovenia può essere suddivisa in tre zone: l’altopiano carsico al confine con l’Italia, la zona alpina e prealpina che occupa la maggior parte del paese e la parte estrema della pianura pannonica ad est.
La cima più alta della Slovenia, appartenente alle Alpi Giulie, è il monte Triglav che raggiunge i 2864 metri.
I quattro principali fiumi del paese sono l’Isonzo, la Sava, la Drava e il Kolpa.

Storia

La Slovenia prende il nome dalla tribù slava degli Sloveni, provenienti dalla Pannonia, che si insediarono nei territori alpini dell’alta Drava e della Sava, fino al termine del VI secolo.
Nei secoli successivi i territori sloveni passarono sotto le dominazione di Avari, Franchi e Magiari finché nel XI e nel XII secolo, le piccole dinastie feudali della Slovenia non diventarono soggette all’impero degli Asburgo.
La sorte della Slovenia rimase così legata all’Austria fino al 1918 quando, dopo la Prima guerra mondiale e la caduta dell’Impero austro-ungarico, la maggior parte del suo territorio entrò a far parte del Regno di Jugoslavia.
Dopo la conclusione della Seconda guerra mondiale, la Slovenia divenne repubblica federata della Jugoslavia socialista di Tito.
Nel 1991 la Slovenia dichiarò l’indipendenza dalla Jugoslavia e, con la vittoria della guerra dei dieci giorni, riuscì a ottenere il riconoscimento della propria sovranità: in questo modo il paese riuscì a evitare di essere coinvolto nella guerra civile jugoslava degli anni ’90.

Religione

La popolazione slovena si divide principalmente in cattolici a cui fanno seguito i musulmani e i protestanti. La Chiesa cattolica in Slovenia conta circa 1.623.000 battezzati, pari al 78% della popolazione.

Destinazioni Slovenia

Le mie esperienze di viaggio in Slovenia

Foto Gallery - immagini dalla Slovenia