Capitale dell’Argentina : Buenos Aires
Governo : Repubblica Presidenziale .
Lingua : Spagnolo Castigliano
Abitanti : Circa 42.000.000 
Religione : Oltre il 75% della popolazione è cattolica, circa il 10% appartiene alla chiesa evangelica, il 12% è agnostico, il rimanente segue altre religioni o sono atei .
Superficie : 2.780.403 km. quadrati .
Moneta dell’Argentina : Peso Argentino
Prefisso telefonico : +54
Posizione geografica : Sud America .
Sigla automobilistica “ RA “
Presa elettrica Presa elettrica tipo C ed il tipo I , tensione 220 V , 50 Hz
Ambasciate , Consolati : Ambasciata Italiana indirizzo Calle Billinghurst 2577 (1425) – Buenos Aires, Telefono +54 11 4011 2100, Fax +54 11 4011 2159, E-Mail: ambasciata.buenosaires@esteri.it
Consolati : Indirizzo, Reconquista 572 – Buenos Aires, Telefono +54 11 59 84 40 17, Fax +54 11 41 14 47 99, E-Mail: info.buenosaires@esteri.it
altri Consolati si trovano : Bahia Blanca, Còrdoba, La Plata, Rosario, Mar del Plata, Mendoza, Lomas de Zamora, Moròn .
Aeroporti internazionali : Aeroporti a Buenos Aires, Aeroporto di Còrdoba, Aeroporto di Mendoza, Aeroporto di Tucumàn, Aeroporto di Iguazu, vi sono altri 35 Aeroporti sparsi in tutto il paese, tutto il paese è ben servito dal servizio aereo .
Confini : Secondo stato per estensione del sud America , confina a nord con Bolivia e Paraguay , a ovest con il Cile , a sud con il Cile ed Oceano Atlantico , ad est con l’Oceano Atlantico , mentre a nord-est Brasile ed Uruguay .
Fuso Orario -3 o -4 ore rispetto l’Italia , dipende dall’ora legale .
La Bandiera dell’Argentina : La bandiera è rettangolare , con tre bande orizzontali , le due esterne azzurre , la banda al centro bianca con in mezzo un sole giallo .
Documenti d’ingresso : Passaporto valido per l’espatrio .

Geografia dell’Argentina

Ad ovest , troviamo le montagne più alte del Sud America , fanno parte della catena delle Ande , che delimitano il confine con il Cile . La vetta più alta è L’Aconcagua con 6.960 mt. sul livello del mare , ma si contano grandi altopiani e vulcani , di quest’ultimi se ne contano almeno 1.800 tra i quali 28 ancora in attività .

Ha un’estensione di 2.780.400 km.quadrati , è suddiviso in 23 regioni ed una città autonoma , Buenos Aires , ed è il paese più esteso di lingua Spagnola .

L’Argentina è un territorio grandissimo , dagli estremi si calcola una lunghezza di circa 3.700 , ed una larghezza massima di 1.400 km. .

Il paese è ricco di grandi fiumi , il più grande è sicuramente il Paranà lungo 4.880 km. dei quali 1.800 in Argentina .

Il lago con acqua dolce più grande si trova in Patagonia , nella provincia di Santa Cruz , il suo nome è Lago Argentino , ha una superficie di 1.415 km.quadrati , e la sua profondità massima è di 500 mt ., mentre il più grande lago con acqua salata è il Mar Chiquita ed ha un’estensione che varia da 2.000 a 6.000 km.quadrati , dipende dalle stagioni .

Le coste della Repubblica Argentina si affacciano sull’Oceano Atlantico per una lunghezza di 4.665 km.

Il Clima in Argentina 

Il clima ed il territorio sono molto differenti , dalle pianure fertili della Pampa , a quelle subtropicali a nord , alla catena delle Ande , ed i territori freddi della Terra del Fuoco .
Cosa vedere in Argentina : Da non perdere le cascate di Iguazu , qui puoi vedere le foto del nostro viaggio, al confine con Brasile e Paraguay, una delle cose piu’ belle da vedere in Argentina .
L’Argentina è una terra piena di fascino e contraddizioni sia climatiche che di flora e fauna , per questo motivo è una meta che accontenta qualsiasi desiderio dei visitatori .
La carne Argentina e’ famosa in tutto il mondo per la sua qualita’ questo perche’ circa 50 anni fa’vennero introdotte diverse razze di bovini nelle Pampas dove possono crescere in liberta’.

Storia dell’Argentina

In Patagonia , a sud del paese , sono stati ritrovati i primi segni di presenza umana risalenti 11.000 anni a.C.
Le popolazioni basavano la loro sopravvivenza sull’agricoltura , caccia e pesca .

L’impero Inca proveniente dal vicino Cile era quello più strutturato e sviluppato nell’area delle Ande , mentre nelle zone centrali e del sud ( Pampa e Patagonia ) le popolazioni erano per la maggior parte nomadi .

Nei primi decenni del XVI secolo iniziarono ad arrivare i “ conquistadores ” , persone senza scrupoli animati da bramosia di ricchezze e gloria , provenienti principalmente dalla Spagna .

Pur essendo in numero decisamente inferiore alle popolazioni indigene , gli “ invasori ” nel giro di un secolo ne eliminarono il 70% , questo è stato possibili non tanto grazie alle armi , ma alle malattie infettive , morbillo , varicella , vaiolo , gli abitanti non avendo le difese immunitarie , in quanto malattie inesistenti nel loro continente , ne morivano .

Nel 1580 gli spagnoli si insediarono permanentemente , creando un punto stabile da dove partivano le spedizioni per conquistare i territori ancora inesplorati , oggi quel piccolo sito è diventata Buenos Aires , la capitale Argentina .

I massacri di massa , intere tribù furono completamente annientate , proseguirono per alcuni secoli , complice anche la chiesa , che appoggiava ed incoraggiava questa barbaria nel nome della conversione del popolo pagano .

Rimase per secoli sotto il dominio Iberico e solo il 09 Luglio 1816 venne dichiarata l’indipendenza dalla Spagna .

Bariloche Buenos Aires Iguazù
Hotel dove abbiamo soggiornato in Argentina

Visitando di nuovo Buenos Aires

[Marzo 2018] Abbiamo passato le vacanze di Pasqua di quest’anno a Buenos Aires in Argentina. Nel viaggio che avevamo fatto più o meno 2 anni fa, che era un tour dei tre grandi paesi dell’America…