La città di Buenos Aires è situata nella parte est del Rio de la Plata , a sud e sud-est dal fiume Matanza-Riachuelo , il rimanente perimetro , dall’ Avenida General Paz , una strada lunga 24 km. , che fa da confine con la regione omonima.

Buenos Aires la capitale è l’unica città autonoma dell’Argentina , che conta altre 23 province .

La città sorse come avamposto spagnolo nel 1536 , ma solo nel 1580 divenne una vera e propria città , base per le future spedizioni di conquista .

Allora la popolazione arrivava a malapena a 500 abitanti . Oggi se ne contano quasi 16.000.000 .

La pianta della città vecchia venne edificata a scacchiera , formata da quadrati di 129 metri e separata da strade larghe circa 10 metri , al centro la Plaza de Mayo , dove si sviluppava l’attività commerciale ed economica .

Ancora oggi troviamo diversi edifici dell’epoca , come la Cattedrale del 1593 e riedificata nel XVIII secolo , od il Palazzo del Cabildo del 1608 e rifatto tra 1725 ed il 1765 .

Nella seconda metà dell’ottocento la città di Buenos Aires crebbe a semicerchio intorno al vecchio centro . Da lì partirono le strade che portarono alle vie che attraversavano la pampa .

Nel 1776 la città divenne capitale del vicereame del Rio de la Plata , due anni dopo con la liberalizzazione commerciale concessa dalla Spagna , il porto si ingrandì proporzionalmente alla crescita del flusso di merci , diventando uno degli scali più importanti del Sud America .

Tra il 1806 ed il 1807 Buenos Aires venne attaccata dall’Impero Britannico , ma in entrambe i casi cacciarono gli invasori .

Il 09 Luglio 1816 venne formalizzata l’indipendenza dalla Spagna .

Alla fine del XIX secolo ed i primi del XX secolo , grazie all’apertura delle frontiere , il paese fu raggiunto da migliaia di immigrati provenienti da tutta europa e specialmente dall’Italia , si calcola che ad oggi circa 25 milioni di abitanti abbiano almeno un avo italiano .

Dopo la seconda metà del XX secolo il paese fu vittima di gravi disordini politici , che causarono gravi perdite tra i cittadini .

Dopo la morte del presidente Peron , e la destituzione della seconda moglie  da parte dei militari , con un colpo di stato nel 1976 , iniziarono le repressioni degli ex avversari politici , con idee di sinistra .

Migliaia di persone “ sparirono ” , imprigionate dalle milizie governative , torturate e poi fatte svanire nel nulla , i tristemente famosi “ Desaparicidos “ .

Solo nel 1983 venne ripristinata la democrazia .

Agli inizi del 2000 l’economia Argentina , a causa della crisi economica mondiale , andò in default sulle obbligazioni internazionali , questo portò un forte deprezzamento della valuta ed un innalzarsi impressionante dell‘inflazione , portando il paese al tracollo .

Con l’elezione di Nestor Kirchner nel 2003 , il paese lentamente si riprese  grazie ad abili contrattazioni e riforme finalizzate a risollevare , con successo , le sorti della nazione .

Ad oggi l’Argentina vive un buon momento di crescita economica e stabilità politica .

Buenos Aires è ricca di monumenti , musei e chiese , come la Catedral Metropolitana , dei primi dell’ottocento , o il Museo de Arte Latinoamericano de Buenos Aires dove sono raccolte importanti collezioni di arte latino-americana  , od ancora il Museo Nacional de Bellas Artes che espone opere di artisti argentini ed europei , ed il Museo de la Immigracion che mostra

le peripezie che hanno dovuto affrontare le persone immigrate .

Altre mete di grande interesse , da non perdere , sono :

La Casa Rosada , è uno degli edifici più belli , caratteristico nel suo colore rosa e sede del Presidente della Repubblica .

Il Palacio Barolo di Buenos Aires inaugurato nel 1923 , commissionato dall’imprenditore Luigi Barolo , all’architetto Mario Palati . Quando lo costruì era l’edificio più alto della città , e lo rimase sino al 1935 , oggi uno dei monumenti di interesse storico Nazionale .

Il gigantesco edificio del Correo Central , che con la sua struttura occupa un intero isolato .

In Plaza de la Republica venne eretto nel Marzo del 1936  l’Obelisco di Buenos Aires , alto 67.5 metri .

Una scultura singolare da ammirare è il Floralis Generica , situata in Plaza Naciones Unidas un enorme fiore di metallo alto 23 metri , costruito nel 2002 .

Per visitare la città c’è solo l’imbarazzo della scelta , per quanto riguarda il mezzo di trasporto da scegliere , infatti avrete a vostra disposizione cinque linee della metropolitana , per un totale di 40 km. .

La prima linea fu inaugurata nel 1913 , ed ancora oggi usa le medesime vetture dell’epoca , che sono diventate una fonte di attrazione turistica .

Poi c’è una linea esterna che collega il sud al nord della città , chiamata Premetro .

Il mezzo più usato dalla cittadinanza è il Colectivo , autobus che coprono i vari punti della grande metropoli , con 180 linee attive 24 ore su 24 .

Per raggiungere le periferie di Buenos Aires sono molto utilizzati i treni locali , soprattutto dai pendolari .

Dai Terminal Omnibus del Retiro , partono i bus che raggiungono le altre grandi città dell’Argentina , e collegano anche la Bolivia , Brasile , Cile , Paraguay ed Uruguay

Esiste un buon servizio di taxi , e di Remis , queste ultime sono auto in affitto con autista e bisogna prenotarle per tempo .

Le principali stazioni ferroviarie sono : Estacion de la Constitucion , Estacion Once , Estacion Retiro , Estacion Federico Lacroze .

I trasporti via mare sono molto sviluppati , dal Puerto Nuevo partono e arrivano le navi mercantili , dal terminal marittimo Benito Quinquela Martin il traffico di navi da crociera ed i traghetti che collegano gli altri porti del Sud America .

Il principale Aeroporto di Buenos Aires è l’Aeroporto Ministro Pistarini o Ezeiza , uno dei più grandi dell’America Latina e collegato con le principali località del mondo , dista circa 37 km. dal centro della città , che si può raggiungere in taxi , o con la compagnia di bus Manuel Tienda Leon che ci impiega circa 40 minuti , oppure in autobus di linea numero 86 , che però ci mette circa 2 ore .

Il secondo aeroporto della città è L’Aeroparque Metropolitano Jorge Newbery , situato a circa 4 km. dal centro , ed utilizzato prevalentemente per le tratte interne .

Buenos Aires ha un clima sub-tropicale , le temperature in estate variano da un minimo 18° ad un massimo di 30° , mentre in inverno vanno dai 7° ai 17° , di media piove 100 giorni l’anno , soprattutto nel periodo tra Ottobre e Marzo , il mese meno piovoso è Giugno .