Puerto Iguazù  è una città di confine in Argentina , bastano pochi chilometri per raggiungere il Brasile , o il Paraguay.

Abitanti : circa 32.000 abitanti
Superficie : 766 km. quadrati .
Fuso Orario : UTC-3
Altitudine : La città è situata a 162 m.s.l.m.
Prefisso tel. : +3757
Aeroporto : Puerto Iguazù è raggiungibile da Buenos Aires con voli regolari , l’aeroporto dista circa 25 km. dalla città , ed è collegato con quest’ultima utilizzando autobus di linea o taxi .
Trasporto Urbano : 

Il Parco Nazionale può essere raggiunto dalla città con il taxi  , o con autobus che partono ogni 15 minuti  dal terminal del centro , ad un prezzo di circa 200 pesos , andata e ritorno .

Per visitare il parco ci vuole almeno una giornata , all’interno ci sono dei trenini elettrici che vi porteranno nei punti più interessanti , ma mettetevi scarpe comode perchè c’è da camminare parecchio , in mezzo ad una meravigliosa natura , seguendo i sentieri prestabiliti .

Clima di Iguazu

La temperatura non varia molto durante tutto il corso dell’anno, va da circa 26° a Gennaio ( il mese pi caldo ) ai 16° di Luglio ( il mese più freddo ) , le piogge sono presenti tutto l’anno, il mese di Ottobre è il più piovoso, mentre il mese di Luglio quello con meno precipitazioni .

Cosa vedere a Iguazu 

Offre tutto ciò che il turista può desiderare , musei , fiere artigianali , centri commerciali , parchi naturali , il porto , ed un casinò all’interno di un hotel , oltre a negozi alla moda e ristoranti , locali notturni , bar ,cinema ,  e naturalmente , Puerto Iguazù deve la sua fortuna alle vicine cascate , che grazie alla loro bellezza ineguagliabile , attirano migliaia di turisti.

Per quanto riguarda l’accoglienza , le possibilità sono varie , dal grande hotel , all’ostello , e per chi vuole essere a contatto con la natura , i camping.

L’ingresso al parco costa 260 pesos , se volete più contatto con le cascate dovete provare il “ Great Adventure “ un giro in gommone con doccia sotto quest’ultime , un’esperienza fantastica , ad un costo di 500 pesos , il numero dei posti è limitato ad un massimo di 1000 biglietti , che possono essere acquistati anche al terminal dei bus.

In biglietteria non accettano carte di credito , solo contanti.

Le cascate di Iguazù sono famose in tutto il mondo , si trovano a 18 km. dalla città , sulla linea di confine tra Argentina e Brasile.

Il susseguirsi di cascate , circa 275 , con una caduta massima di 70 metri , si sviluppano lungo circa 2,7 km. nel fiume Iguazù , che per un tratto , circa 600 metri , è nella parte brasiliana , ed il rimanente in territorio argentino .

Il luogo più spettacolare è sicuramente La Garganta del Diablo , una delle più spettacolari cascate , a forma di ferro di cavallo che si sviluppa per una lunghezza di 700 metri ed una profondità di 150 metri.

La vista è migliore nella parte brasiliana , ma ricordatevi , se volete ammirarla da quella parte , dovrete attraversare il confine , perciò non dimenticatevi il passaporto .

Nel 1984 e 1986 i due parchi nazionali , sia in Argentina che in Brasile , che comprendono le cascate , sono stati dichiarati dall’ UNESCO , patrimonio dell’umanità .

Oltre alle cascate , vi consigliamo di non mancare di far visita al Hito Tres Fronteras , il Punto delle Tre Frontiere , dove si incontrano i confini di Argentina , Paraguay , e Brasile , qui si può  anche visitare la fiera dell’artigianato locale .

Cenni Storici

La zona delle cascate e foreste vicine era abitata dalle tribù indigene dei Tupi-Guaranì e quella dei Caiagangue, il primo europeo a scoprirle pare fu un ” conquistadores ” spagnolo di nome Cabeza de Vaca nel 1542, battezzandole Cascate di Santa Maria, nome che si perse nel tempo e venne adottato quello dato dai nativi, appunto Cascate di Iguazù

Cucina - Piatti tipici a Iguazù

Ho provato il Mate a Iguazu

[ Gen.2016 ] La nostra guida era un inglese molto esperto del Sudamerica e beveva mate tutto il tempo dall’inizio del nostro viaggio. Ed anche in Argentina. Aveva la sua tazza personale, da cui beveva…