La capitale della Croazia : Zagabria
Popolazione : 4.154.200 (dati riferiti al 2017)
Lingua : Croato
Religioni : La religione più seguita è cristiano-cattolica (87,8 % circa ), cristiano-ortodossa (4,4 %), Islam sunnita (1,3 %) .
Santi patroni dei Croati sono San Giuseppe e San Girolamo .
Moneta corrente : Kuna croata
Fuso Orario : UTC +1
Prefisso Telefonico : +385
Sigla Automobilistica : HR
Presa Elettrica : Tensione 230 V, frequenza 50 Hz, le prese sono di tipo ” C “, ed ” F ” .
Bandiera : La bandiera è rettangolare con tre bande orizzontali di uguale misura , quella superiore è rossa, la centrale è bianca e quella sotto è blu, al centro c’è uno scudo a scacchi bianchi e rossi, sormontato da 5 piccoli scudi che rappresentano le 5 suddivisioni dello stato,la Croazia antica, Ragusa, Dalmazia, Istria, Savoia .
Confini : Slovenia, Ungheria, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro.
Ingresso nell’ONU : 22 Maggio 1992
Ingresso nell’UE : 1° Luglio 2013
Superficie totale : 56.594 km.quadrati
Ambasciate , Consolati : L’Ambasciata italiana si trova a Zagabria in via Meduliceva Ulica n.22- 10000, Telefono 0038514846386, Fax 0038514846238, E-Mail amb.zagabria@esteri.it
Il Consolato italiano è in via Riva n. 16 – 51000 a Fiume, Telefono 0038551355201, Fax 0038551355225,
E-Mail cons.fiume@esteri.it
Territorio : La Croazia può essere divisa in tre zone climatiche e morfologiche : La zona costiera che si affaccia sul mar Adriatico è caratterizzata da un clima mediterraneo, il terreno è prevalentemente pianeggiante a parte in alcune aree che presentano nell’interno delle colline .
La parte centrale del paese dove si trovano le Alpi Dinariche che dividono la costa marina dal fiume Danubio, qui il clima è quello tipico montano .
Poi c’è l’area del Bassopiano Pannonico una grande pianura interrotta solo da alcune colline e dai fiumi Drava e Sava oltre che che qualche affluente del Danubio, in quest’area il clima è definito continentale .
Fiumi e Laghi : I fiumi principali sono : Sava (562 km.), e Drava (505 km.), Danubio ( il tratto croato è lungo 188 km.), il Kupa (269 km.) ed l’Una, questi 5 fiumi sfociano nel Mar Nero, mentre i fiumi che si gettano nel Mar Adriatico sono : Zermagna, Cetina, Nareta, Cherca e Cikola, altri fiumi sono : Korana, Krapina, Mur, Lonja, Vuka . Alcuni di questi fiumi segnano i confini con gli stati vicini .
I principali laghi sono : L’ Arsa è il più grande dell’Istria, ha subito nei secoli innumerevoli tentativi di bonifica, perchè le sue coste paludose portavano la malaria, sino a quella che ebbe successo del 1932 da parte degli italiani .
Il lago di Vrana si trova nella Dalmazia settentrionale, ha una superficie di 30,7 km. quadrati, il lago prende il nome da un piccolo paese che dista pochi chilometri dal bacino e che ha una grande storia, tra l varie attrazioni vi è una fortezza dei cavalieri Templari, il lago fa parte di un parco naturale che porta il suo nome e comprende un’area di circa 57 km. quadrati .
Il Lago di Loque profondo 40 mt. alimenta grazie ad una diga costruita tra il 1952 ed il 1955, la centrale elettrica di “Nikola Tesla” .
Il piccolo lago di Valici, formatosi chiudendo il fiume Eneo con una diga nel 1968 per poter alimentare di energia elettrica le città vicine .
Parco nazionale dei laghi di Plitvice copre un’area di circa 33.000 ettari, e comprende 16 laghi collegati tra loro da suggestive cascate, fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’ UNESCO dal 1979 .
https://www.croazia.info/
Cosa vedere in Croazia : Questo stato comprende, oltre che a suggestive pianure e montagne, delle bellissime isole ( sono più di mille, ma solo circa 50 sono abitate ) con spiagge bianche e mare cristallino, le più popolari sono : KRK è la più facile da raggiungere, e l’ideale per le famiglie, Pag è l’isola preferita per la sua vita notturna, e per le sue feste a suon di musica sulle spiagge, Hvar è una di quelle definite “CHIC”, molto soleggiata e con una grande presenza di locali e ristoranti alla moda, Cres e Losinj sono isolette con un grande potenziale naturalistico, meta di amanti della natura e delle passeggiate nelle sue meravigliose foreste di pini e spiagge semi-deserte, sono poco abitate, ed i villaggi che si trovano sono molto caratteristici ed antichi, Korcula è un’isola stretta e lunga ricca di calette, piccole baie e belle spiagge, ma anche l’entroterra vi incanterà con i suoi boschi di pini e le distese di vigneti, infatti vi consigliamo di assaggiare il suo noto vino bianco, L’isola di Brac famosa per le sue spiagge tra le quali, la più famosa quella di Zlatni Rat, oppure ideale per le famiglie è l’isola di Rab, dove è semplice l’accesso alla spiaggia ed il mare con acque tranquille l’ideale per i bambini .
Per chi oltre alle belle spiagge ed il mare cristallino desidera visitare le testimonianze storiche di questa travagliata nazione, consiglio di partire dalla capitale Zagabria, questa città ci offre numerosi luoghi d’ammirare come ad esempio la Cattedrale cristiana di Zagabria, questa in stile neogotico è stata dedicata a San Stefano d’Ungheria, a San Ladislao d’Ungheria e all’Assunzione della Beata Vergine Maria, l’inizio della costruzione partì nel 1093, poi distrutto dai tartari nel  1242 , per essere poi riedificato, è uno dei simboli della città ed il monumento Sacro più alto del paese .
Un altro luogo di culto molto importante è la Chiesa di San Marco  (del XIII secolo), al suo interno vi sono opere del famoso scultore Ivan Mestrovic, ed degli affreschi del pittore Jozo Kljakovic, la chiesa è situata nel centro storico della città a pochi passi dai palazzi di potere dello stato, una delle sue caratteristiche è il tetto (del 1880) costruito con piastrelle smaltate di colore bianco, rosso e celeste .
Da visitare vi consigliamo la Cattedrale Ortodossa del 1866, e la Sinagoga che fu distrutta nel 1941, oggi ne rimane solo un modellino, e la nuova chiesa di Santa Croce (dal 1971-1982) .
Spalato è la seconda città dello stato, è sede arcivescovile ed universitaria, ma è anche famosa per il Palazzo di Diocleziano, la Cattedrale con annesso campanile, la Porta Aurea, e le vicine rovine romane con gli scavi archeologici .
Fiume è la terza città dello stato, ha un passato molto travagliato sempre contesa sin dall’antichità, ha subito invasioni per secoli fino ad essere parte dell’ex Jugoslavia grazie al trattato di Parigi nel 1947, per poi trovare la propria indipendenza a seguito della guerra di Jugoslavia che frazionò il paese, diventando una città chiave per il risorgere della nazione croata . Oggi Fiume è il porto più importante della Croazia, ed è un centro turistico di grande importanza, ma oltre al bel mare ed al buon cibo offre al visitatore altre bellezze come ad esempio la Cattedrale di San Vito, centro della arcidiocesi cristiana di Fiume, era nel Medioevo una piccola chiesetta cristiana, poi con l’arrivo dei gesuiti nel 1638 iniziarono i lavori di ampliamento, che terminarono quasi novanta anni più tardi, la cattedrale è in stile barocco a pianta rotonda .
Altre chiese di interesse sono : Chiesa ortodossa di San Nicola, Chiesa di San Sebastiano, Chiesa dei Cappuccini, Chiesa di San Girolamo e la Sinagoga ortodossa di Fiume .
Ma la città ospita anche dei bellissimi palazzi come La Torre Civica o il Palazzo Adria .
Vi sono ancora moltissimi posti da visitare in questa terra che purtroppo ha subito gli orrori della guerra , ma che grazie all’impegno dei suoi abitanti è risorta, ed offre ai turisti grande cordialità e disponibilità, a dei prezzi vantaggiosi, buona vacanza in Croazia .