Un salto da uno spazio nel futuro al passato di Porto

Un salto da uno spazio nel futuro al passato di Porto

porto in portogallo

Il viaggio nella seconda città più grande del Portogallo, Porto, è iniziato la sera prima all’aeroporto di Heathrow a Londra.

Yotel nell'aereoporto di Londra
Sotto una luce rosa, era tutto carino nel compatto Hotel Yotel

Questo perché il volo del mattino successivo partiva la mattina presto alle 6:40.

L’hotel annesso a questo aeroporto era davvero uno spazio nel futuro.

Questo lussuoso hotel a capsule, Yotel, è stato fondato da un imprenditore di nome Simon Woodroffe.

YO! Sushi, una catena di sushi con nastri trasportatori che si è affermata nel Regno Unito, è anche un’attività avviata dalla stessa persona.

Molto tempo fa, ho avuto la possibilità di incontrarlo.

Mi ha detto che originariamente era un direttore di concerti, ed è stato affascinato dalla cultura contemporanea giapponese durante una performance in Giappone e ha iniziato a svilupparla adattandola al gusto britannico e ha ottenuto un grande successo.

Nella stanza di questo Yotel, sotto l’illuminazione rosa chiaro, c’erano i letti, il bagno e tutto il resto di cui avevamo bisogno, e altro ancora, e tutti erano compatti e confortevoli.

È stata un’esperienza molto interessante.

Vecchie case piastrellate
Belle piastrelle ma molto vecchie a Porto

E ovviamente siamo stati in grado di andare al terminal in tempo la mattina successiva.

Porto, dove siamo arrivati da uno spazio così futuristico, era una città del passato.

Sotto la pioggia, abbiamo preso un autobus locale dall’aeroporto alla città, dove salivano e scendevano solo gli anziani.

Lungo la strada, la frase ripetuta “Proxima Paragem” rimane ancora nelle mie orecchie.

Significa “la prossima fermata”, che è la seconda frase portoghese che ho imparato dopo Obrigada (grazie).

Entrando in città, sembrava che almeno il 20% degli edifici fosse degradato e necessitasse di ristrutturazione.

Quegli edifici sembravano persone anziane che da secoli hanno vissuto tranquillamente e pazientemente sotto la pioggia, e creavano una atmosfera che ci ha fatto sentire la loro storia.

Abbiamo camminato sotto la pioggia dalla fermata dell’autobus verso il centro della città fino all’hotel del quale non mi ricordo il nome.

Era ancora mattina presto e non potevamo fare il check-in in hotel, quindi abbiamo lasciato i bagagli e abbiamo cercato di dirigerci verso il centro del paese, ma sembrava che avessimo sbagliato strada e siamo entrati in una zona piena di vicoli tranquilli.

Dolci e caffe' in Portogallo
La nostra colazione

Non avevamo fatto colazione, quindi abbiamo mangiato dei dolci per colazione in una panetteria locale.

Sembrava che i turisti stranieri venissero raramente e la donna nel negozio era molto gentile con noi.

Ed era tutto molto economico.

Non ricordo però che fossero particolarmente deliziosi.

Una finestra chiusa a Oporto
Altre belle piastrelle intorno ad una finestra chiusa

Dopodiché, come al solito, abbiamo continuato a vagare per la città senza un obiettivo.

Le pareti con piastrelle turchesi e gli elaborati infissi delle finestre erano molto interessanti, e abbiamo camminato mentre scattavamo foto senza stancarci malgrado il maltempo.

Il ristorante che abbiamo scelto per pranzo è stata una buona scelta.

L’abbiamo scelto solo per il suo aspetto, aveva un’atmosfera molto locale ed era affollato di gente del posto.

Ho mangiato un semplice maiale alla griglia ed era delizioso.

Mio marito ha scelto le salsicce.

La cosa divertente è che abbiamo ordinato solo il piatto principale perché era il pranzo di mezzogiorno, ma il cameriere ha portato un vassoio di salame e formaggio a fette e ha detto: “Non devi mangiarlo, ma se vuoi, mangialo. Se mangi, paghi. ” e se ne andò.

Al ristorante a Porto
Il piatto principale del nostro pranzo

Se vedi qualcosa che sembra delizioso davanti a te, lo mangerai, vero?

Pensavo che fosse uno stile unico in questo ristorante, ma dopo abbiamo avuto la stessa esperienza in un altro posto, quindi sembrava che fosse una tradizione a Porto o forse in tutto il Portogallo.

E anche se siamo rimasti molto soddisfatti anche dell’antipasto, il conto è stato molto ragionevole, circa 28 euro per due persone.

[Dec. 2009]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *