Il giorno in cui abbiamo camminato per più di 20.000 passi a Tenerife

Il giorno in cui abbiamo camminato per più di 20.000 passi a Tenerife

[ Dic.2018 ] Durante la nostra vacanza invernale a Tenerife un giorno siamo andati a Tacoronte nel nord dell’isola partendo da La Laguna, in autobus.

Secondo la nostra applicazione “Salute” sul nostro cellulare, quel giorno abbiamo camminato per più di 20.000 passi.

Una delle ragioni è che abbiamo camminato verso la stazione degli autobus di La Laguna, che si trova all’esterno della città vecchia ed è abbastanza lontana. Inoltre ci siamo un pò persi e così abbiamo allungato il tragitto.

università-la-laguna-tenerife-canarie
Entrata dell’Università di La Laguna

Alla fine, abbiamo attraversato la storica Università di La Laguna per arrivare alla stazione degli autobus.

Abbiamo letto che l’autobus numero 57 va a Tacoronte e ci mette all’incirca un’ora e mezza.

Nel tabellone delle partenze c’era scritto che l’autobus sarebbe partito dalla piattaforma numero 11, ma quando siamo arrivati alla piattaforma 11 c’era scritto che da li partiva solo il numero 105.

stazione-autobus-la-laguna-tenerife
La stazione degli autobus di La Laguna

Ci sembrava un pò strano e così abbiamo inziato a girare per la stazione leggendo tutte le partenze in ogni singola piattaforma, alla fine abbiamo scoperto che la numero 20 dava in partenza anche il bus numero 57.

Eravamo convinti che quella fosse quella giusta, così abbiamo deciso di aspettare li, ma l’autobus non arrivò all’orario indicato.

Cominciavamo ad essere preoccupati ma alla fine arrivò alla piattaforma 20, ma con molto ritardo.

Credo che non sia perdonabile che il tabellone delle partenze di una stazione degli autobus dia indicazioni sbagliate, considerando anche che c’erano tantissimi turisti.

In ogni caso arrivammo a Tacoronte senza ulteriori problemi e ci recammo subito all’ufficio informazioni turistiche.

La persona che ci diede informazioni ci indicò in che modo visitare Tacoronte dato che ci sono tante salite e discese molto ripide. Lo stesso che percorre anche lei.

Abbiamo saputo che un paio di chiese che volevamo visitare non avrebbero aperto fino al pomeriggio, così abbiamo deciso di andare per primo al museo del vino chiamato Casa del Vino e che si trovava nella città vicina, El Sauzal.

el-sauzal-tenerife-canarie
Panorama sulla strada per El Sauzal

La signora dell’ufficio turistico ci disse “è facile arrivarci a piedi. E’ a soli due chilometri di distanza”, ma quando abbiamo iniziato a camminare ci siamo resi conto che la strada era molto più lunga.

Abbiamo camminato molto, guardando il mare dall’alto sulla nostra destra.

La luce del sole quel giorno era molto forte e faceva molto caldo.

Un caldo veramente estivo.

Ad un certo punto quando ci è venuto il dubbio di averlo superato senza accorgecene, lo abbiamo trovato.

Il biglietto di entrata costava 3 euro a persona.

Apparentemente, gli spagnoli iniziarono a produrre vino appena terminarono la conquista dell’isola.

C’era una esposizione dedicata alla storia, molti tipi di vino e molto altro, ma quello che ha attirato maggiormente la mia attenzione è stato il palazzo che era del diciassettesimo secolo.

mudejar-tenerife-canarie-spagna
Soffitto in stile Mudejar a Tenerife

Un membro dello staff ci fece vedere una sala che era usata come cappella di famiglia ed il soffitto era in stile Mudejar.

L’architettira Mudejar è un misto tra quella Moresca e quella Cristiana, ne avevamo viste molte in Andalusia in Spagna.

Il palazzo del museo aveva un bel cortile interno, dove secondo la nostra guida si tengono molti concerti musicali in Luglio ed Agosto.

el-teide-tenerife-canarie-vulcano
El Teide visto dalla terrazza del ristorante

Siamo usciti sulla terrazza del ristorante, parte della struttura, per vedere il bellissimo panorama incluso il monte El Teide.

Il ristorante ha una buona reputazione, ma purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di provarlo.

Vicino al Museo del Vino, sempre nello stesso palazzo, c’era anche il Museo del Miele.

Grazie alla presenza sull’isola di molte piante endemiche, possono produrre diversi tipi di miele unici, così ci hanno detto.

Dopo aver imparato tutte queste cose, era arrivato il momento della degustazione dei vini.

La degustazione aveva un costo.

vino-tenerife-canarie-spagna
Un calice di vino di Tenerife

Abbiamo provato dei vini rossi, il primo per 2,80 euro ed il secondo per 2,90 euro al calice, incluso un assaggio di formaggi locali.

Ci avevano detto che i vini erano molto corposi, ma onestamente a noi sono sembrati abbastanza leggeri.

In seguito, qualcun’altro ci disse che i vini di Tenerife con una buona reputazione, sono quelli bianchi.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *