Guardando Londra dall’alto

Guardando Londra dall’alto

[Luglio 2017]

A Londra in Inghilterra siamo saliti per la prima volta sull’edificio più alto dell’Europa occidentale, lo Shard.

E’ stato progettato dal famoso architetto italiano Renzo Piano.

L’edificio è stato completato nel 2012, quindi ci era già divenuto familiare nel panorama della città, ma fino ad ora non c’era stata ancora occasione di salirci sopra.

Il costo di entrata era di 26 Pound, che sono circa 32 euro.

I punti di osservazione erano su due livelli. Il più alto, che  era all’aperto, era al settantaduesimo piano.

Mi chiedevo se d’inverno e nei giorni di pioggia fosse chiuso.

L’edificio è alto circa 310 metri e il settantaduesimo piano si trova a 244 metri.

Nel piano dove c’è la vista panoramica l’atmosfera era simile a quella dello Sky Costanera a Santiago del Cile.

Anche là il belvedere era all’aperto.

Avevamo prenotato la vista durante il tramonto , così avremmo potuto vedere cambiare i color panorama insieme a quelli del cielo.

Sebbene non ci siano paragoni con la Tokyo Sky Tree anche qui potendo vedere dall’alto i monumenti famosi di Londra come il Big Bang, il Tower bridge o il London Eye, era molto bello.

Una cosa particolare era la vista della stazione di London Bridge che era proprio là sotto.

Il tetto del binario disegnava un interessante motivo a righe.

Non avevo mai immaginato come potesse sembrare una stazione vista dall’alto.

Peccato che le finestre fossero sporche.

Quando facciamo foto attraverso  i vetri sappiamo che dobbiamo considerare che c’è il riflesso, ma che le finestre fossero anche sporche questo era davvero inaccettabile.

Nel piano del Belvedere c’erano anche due attrazioni di realtà virtuale.

Una ti dava l’effetto di camminare sul tetto dell’ultimo piano, un’altra era di scivolare su uno scivolo lunghissimo.

Mio marito ha detto giustamente che era la stessa cosa se facevi una cosa simile a casa, ma io penso che la sensazione sia più realistica qui nel punto più alto di Londra.

Comunque noi non l’abbiamo provato.

Poi c’era un bar in cui tutti bevevano Champagne e altre bevande costose. cose del genere.

Volevo prendere Bellini a 12 euro e l’abbiamo diviso in due. Ma non essendoci il Prosecco lo facevano con lo Champagne, cosa che secondo me è un’eresia, quindi ho rinunciato.

Ho letto sul sito dello Shard che il disegno di questo edificio è stato ispirato dalle guglie delle chiese di Londra  e dagli alberi dei velieri dipinti nel diciottesimo secolo dal pittore italiano Canaletto, perciò la torre sembra una scultura che si erge dal Tamigi come una guglia. che va verso il cielo.

Durante la realizzazione del progetto a causa della crisi economica sembrava che la cosa dovesse interrompersi, ma fu possibile ultimarlo grazie a un ingente finanziamento dello Stato del  Qatar.

L’ho visto foto le foto di Doha e ci sono molti grattacieli.

Ai mediorientali debbono piacere i palazzi molto alti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *