La capitale del polipo

La capitale del polipo

[Febbraio 2017]

Dopo aver fatto un giro fuori Tavira in Portogallo l’ultima tappa del nostro tour in tuk-tuk era un villaggio di pescatori che si chiamava Santa Luzia, situato 5 km a ovest di Tavira

Secondo Tiago, il conducente del tuk-tuk questo non era ancora diventato un posto turistico e i pescatori conducevano la loro vita tranquillamente.

Comunque c’era un’area di case per vacanze nel villaggio e siamo andati a vedere un albero di ulivo che si dice avesse 2000 anni.

Sebbene il tronco fosse cavo, era ancora vivo e vegeto.

Poi siamo andati in tuk-tuk sul lungomare. Più che mare era una laguna e da qui per andare alla spiaggia dove in estate è possibile fare il bagno bisogna prendere il traghetto o un trenino.

Pare che ci siano spiagge incontaminate e mi farebbe piacere poterle visitare un giorno.

Santa Luzia è detta “la capitale del polipo”.

Qui continuano a usare la tecnica antica di pesca con il vaso di terracotta, che è molto rispettosa dell’ambiente.

Poiché ci piace molto il polipo ci siamo fatti lasciare da Tiago in un ristorante specializzato in polipo con vista sulla laguna, chiamato Casa do Polvo,  che lui stesso ci aveva consigliato.

Avendo Tiago il pranzo preparatogli con cura dalla moglie, ci ha detto che sarebbe venuto a prenderci quando avremmo finito il pasto.

Guardando il menu, il polipo era davvero  cucinato in tutti i modi possibili.

Io ho preso come antipasto carpaccio di polipo e come piatto principale polipo bollito in salsa d’aglio.

Mio marito ha preso come antipasto il cocktail di polipo e come  piatto principale polipo stufato nel vino rosso.

Certo che anche solo col polipo si possono fare molti piatti.

Siamo stati molto contenti del pasto.

Anche il prezzo era ragionevole. 54 Euro con inclusa una bottiglia di vino.

Dopo il pranzo, mentre, passeggiando,  facevamo foto alle scena tranquilla delle barche sulla riva della laguna,  è arrivato il tuk tuk giallo di Tiago.

Non avendo preso il dessert al ristorante di polipo siamo andati in un caffè là vicino, invitando anche Tiago e abbiamo preso nata (una dolce alla crema) e caffè.

Poi ci ha riaccompagnato a Tavira fino in hotel.

Il giro fuori dalle mura costava 22 euro a persona, ma siccome ci era stato molto simpatico gli abbiamo dato una bella mancia.

Anche nelle zone turistiche, in Portogallo, la gente è ancora gentile e autentica, così si può viaggiare con animo disteso in questo paese.

In questa zona aumentano gli  inglesi, i tedeschi e ultimamente i francesi che vengono a vivere dopo la pensione.

Ho iniziato a immaginare che forse anche noi avremmo potuto compare una casa qui per passare la vecchiaia.

1 commento a “La capitale del polipo

  1. aldo testi

    mi piacerebbe sapere prezzi su affitti ,acquisti case x2 persone come arrivarci grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *