Da Coimbra a Monsanto

Da Coimbra a Monsanto
[ Nov.2014 ] La seconda tappa del nostro viaggio in Portogallo è stata un piccolo paese che si chiama Monsanto.

Per raggiungerlo ci siamo svegliati presto e abbiamo preso un taxi per la stazione B di Coimbra.

Poi alle 8 abbiamo preso il treno per Lisbona e siamo scesi a Entrocamento.

Avremmo dovuto aspettare lì una mezz’ora, ma in realta’ e’ passata piu’ di un’ora prima che potessimo prendere il successivo treno per Castelo Branco.

L’autobus per Monsanto da li’ non era molto frequente, quindi ero preoccupata, ma fortunatamente siamo riusciti a prenderlo.

Era circa l’una e mezza quando siamo arrivati a Monsanto.

Avevo guardato gli orari dei treni in anticipo ma non coincideva con quello reale e soprattutto, il treno era in ritardo.

Quindi, anche se era una breve distanza sulla mappa, il viaggio e’ stato lungo.

Sull’utimo autobus l’autista ci ha chiesto in quale zona di Monsanto volevamo scendere.

Poi la conversazione ha coinvolto anche gli altri passeggeri.

Un signore anziano ha gentilmente chiamato il nostro hotel e ci hanno detto dove saremmo dovuti scendere.

Fortunatamente la nipote parlava inglese e ci ha fatto da interprete.

I trasporti non sono molto convenienti, ma mi piace il Portogallo perche’ c’e’ molta umanita’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *