Il mistero del treno

[Febbraio, 2012] Questo è il treno chiamato Freccia Bianca, che ho preso in Italia da Genova a Milano.

Ha impiegato meno di due ore e si è fermato solo a Pavia.

Era anche molto confortevole e pulito.

MA… Sul biglietto che ho comprato c’era scritto che il mio posto era al vagone n°3, posto n°72, ma nel vagone n°3 il numero di posto più alto era il 65!

Fortunatamente non era pieno così mi sono seduta in un posto vuoto.

Il controllore è venuto a controllare il biglietto, così gli ho parlato dell’accaduto.

Lui mi ha detto: “Oggi non abbiamo molti passeggeri, così abbiamo utilizzato i vagoni più piccoli”, il che non rispondeva alla mia domanda.

Così gli ho detto: “Però, se fosse stato pieno, sarebbe stato un problema!”.

Lui ha risposto: “In quel caso avremmo trovato un posto libero per lei”.

Ma, “essere pieno” non significa forse che non ci sono posti liberi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *