Mangiando ostriche

Mangiando ostriche

[ Dic. 2015] Siccome ho detto che mi piacevano le ostriche, Max, la nostra guida, ci ha portato con il traghetto da Chiloè in Cile, fino ad una piccola città di nome Curaco de Velez.

Sembra che qui intorno si trovino allevamenti di questi prelibati molluschi.

Sono diffusi negozi specializzati nella vendita delle ostriche e il proprietario di uno di questi ha aperto qualche guscio per noi.

Ma nell’emisfero meridionale Dicembre è in piena estate.

L’ultima volta in cui Max è venuto qui, ormai otto anni prima, il negozio era parecchio frequentato e affollato.

Al contrario quando ci siamo stati noi era tutto molto tranquillo, mentre le ostriche rimanevano molto buone.

Dopo aver mangiato le ostriche come antipasto, siamo andati in un pulito ristorante nelle vicinanze per consumare il pranzo.

Non riesco a ricordare il nome del pesce che abbiamo mangiato, ma aveva un gusto molto simile a quello del merluzzo: semplice e buono.

Anche il proprietario del ristorante era piccolo e paffuto, come tutte le altre persone su Chiloè.

È stato molto amichevole e mi ha regalato un piccolo magnete fatto a maglia con il nome della città come souvenir.

Il lavoro a maglia è molto comune sull’isola di Chiloè.

Anche in questa città abbiamo visto una chiesa dai colori vivaci. Il busto nella piazza principale era d’oro.

Era un posto estremamente tranquillo, dove polli e anatre gironzolavano liberamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *