Rovine di una storia mista

Rovine di una storia mista

[Luglio, 2013] Avevo sentito che Sebastopoli fosse una città di militari, tanto che non ero particolarmente interessata, ma ho scoperto che ha anche un lato culturale, così sono andata a visitarla partendo da Yalta.

Prima di tutto siamo andati alle rovine greche di Khersones.

Questa città fu fondata nel 422 a.C.

dai Greci e successivamente cadde sotto l’impero bizantino.

Ci sono tipiche rovine, quali colonne e archi di pietra, ma anche una grande cattedrale di nuova costruzione.

Qui, Vladimiro il Grande di Novgorod divenne cristiano nel 988 allo scopo di sposare una principessa greca.

Questa cattedrale è stata costruita sul sito di un’antica chiesa e stranamente ha due piani.

Al primo piano c’era un battesimo.

I genitori stavano scattando delle foto che generalmente sono proibite, così ne ho approfittato per scattarle anch’io.

Il battesimo ortodosso è diverso da quello cattolico, per esempio il prete stava tagliando una ciocca di capelli al bambino.

Sul sito di queste rovine, c’è anche una campana, che fu catturata dai turchi ma che fu portata via dalla Francia dopo la Guerra di Crimea.

E’ stata restituita nei primi anni del XX secolo.

Così, anche se questo posto è descritto come una rovina greca, cela molta più storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati