A pranzo in un ristorante dopo tanto tempo

A pranzo in un ristorante dopo tanto tempo

In Inghilterra, il lungo lockdown e’ stato finalmente allentato ed ora è consentito mangiare fuori.

A questo punto, eravamo a Brighton, ed era possibile pranzare ai tavoli all’aperto, per noi era il primo pranzo al ristorante in sette mesi.

Il lungomare di Brighton dove c'era il ristorante
Il lungomare familiare di Brighton

Abbiamo prenotato in un ristorante di pesce chiamato The Copper Clam.

Sapevamo che era vicino al mare, quindi dopo una passeggiata nell’entroterra siamo arrivati ​​alla spiaggia a noi familiare.

Dopo una breve passeggiata, abbiamo trovato il ristorante, basandomi su Google Map sul mio cellulare.

All’ingresso c’era un cartello che diceva “completo”.

Da quando il divieto di mangiare fuori è stato revocato la gente in tutta l’Inghilterra si sta precipitando nei ristoranti.

Ci sono molte persone il cui scopo non è solo mangiare, ma anche mangiare con amici che non si incontrano da molto tempo.

the restaurant, The Copper Clam in Brighton
the outside tables with the yellow parasols

Avevamo una prenotazione quindi ci hanno accettato.

In questo ristorante a Brighton i tavoli erano allineati all’aperto sul lato mare, e c’erano grandi ombrelloni vicino al corpo principale del ristorante.

Siamo stati portati ad un tavolo che non era sotto un ombrellone e quando abbiamo provato a prendere il tavolo al coperto, il cameriere ha detto fermamente che il nostro tavolo era una altro fuori dall’ombrellone.

Il motivo per cui ero particolarmente esigente riguardo agli ombrelloni era che, sebbene il sole splendesse, pioveva leggermente a intervalli.

Poi, quando ho chiesto al cameriere se ci avrebbe dato un altro ombrellone se avesse piovuto seriamente, ci ha detto che non ne avevano.

Il nostro antipasto
Antipasto a base di polpo

“Oh, il servizio in Inghilterra e’ così”, sospirai.

Alla fine non ha piovuto e abbiamo potuto mangiare sotto la calda luce del sole.

Comunque, quello che abbiamo mangiato era delizioso.

L’antipasto era un piatto di polpo condiviso con mio marito.

Mi è piaciuta la combinazione di salsa di mele e crescione con il polpo, anche se c’erano solo quattro pezzi.

Entrambi abbiamo scelto la mezza aragosta come portata principale.

Si dice meta’ aragosta, e l’importo dipende in primo luogo dalle dimensioni dell’aragosta, e questa era molto più piccola di quanto mi aspettassi.

aragosta al ristorante di Brighton
Ottima ma “piccola” aragosta

Pero’ era grassoccia e delizioso.

Per quanto riguarda il vino, avevano finito quello che aveva scelto mio marito e il cameriere ci ha detto “pero’ ho della Falanghina”.

Abbiamo accettato, ma ho detto a mio marito “La Falanghina a volte è troppo pesante, vero?” e a quanto pare il cameriere l’ha sentito, quindi me l’ha fatta prima assaggiare.

Era davvero freddo e aveva un buon sapore.

Per dessert, ne abbiamo preso uno chiamato “budino al vapore di pere e rum” e un altro “pacchi di mela e zenzero filo” e li abbiamo mangiati metà e metà.

Desert a Brighton
Uno dei desert

A questo punto, abbiamo scoperto che alcuni dei camerieri erano italiani.

In particolare, una persona parlava sei lingue, compreso un po’ il giapponese, e mio marito si divertiva a parlare con lui.

Quando mio marito ha fatto notare che il tavolo sotto l’ombrellone è finito vuoto, ha detto: “Il cliente non è venuto nonostante avessimo una prenotazione“, con uno sguardo turbato.

Certo, ho sentito al telegiornale che la restrizione sui ristoranti è stata revocata per la prima volta dopo un po’, molte persone hanno prenotato i tavoli, ma alla fine non si sono presentati, il che è stato un problema per i ristoranti.

Ci ha detto che aveva un lavoro assicurato al famoso Grand Hotel di Brighton quando l’hotel riaprirà.

Questo è l’hotel dove Sting ha lavorato come fattorino nel vecchio film giovanile “Quadrophenia“.

Una bottiglia di digestivo al cioccolato
Un digestivo molto buono

Nel Regno Unito, l’uscita dall’Unione Europea (UE) e la diffusione del Covid-19 hanno costretto molte persone di nazionalità continentale europea a tornare nei propri paesi, e si dice che la carenza di manodopera stia diventando più grave, soprattutto nell’ospitalità.

Quando abbiamo inziato a parlare, il servizio è passato dallo stile inglese allo stile italiano.

Quando mio marito ha chiesto se c’era del digestivo, ci è stato offerto gratuitamente un vino “Porto” al gusto di cioccolato.

Un po’ particolare un vino di Porto con un profumo di cioccolato.

Il conto di questo pranzo non era economico a £ 114 ma non sono rimasta sorpresa perché ce lo aspettavamo.

[Apr. 2021]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *