I muri di ossa ci sono anche a Milano

I muri di ossa ci sono anche a Milano

[ Ago.2019 ] Andiamo spesso a Milano in Italia, ma non sapevo che anche qui c’erano pareti fatte di ossa in una chiesa, fino a poco tempo fa.

Ho visto una foto di questo posto su un social media e volevo vederla.

Italia-Milano-chiesa-di-San-Bernardino-esterno
L’esterno della chiesa di San Bernardino

Questa volta, una nostra amica venne a trovarmi dal Giappone, così decidemmo di andarci insieme, anche se all’inizio esitò dicendo “Potrei avere un incubo dopo averla visitata“.

Mi interessa sempre vedere questi luoghi religiosi cose da quando ne ho visto uno per la prima volta a Faro in Portogallo qualche anno fa, e da allora ne ho visti altri e mi chiedo sempre “Chi li ha fatti e per cosa? “.

Quello di Milano è all’interno della chiesa di San Bernardino.

Abbiamo controllato l’indirizzo e abbiamo scoperto che era molto vicino al famoso Duomo di Milano, il che mi ha sorpreso.

È così vicino, ci sono stata tantissime volte eppure non lo sapevo.

Dicono che ci sono due chiese una accanto all’altra e San Bernardino è la più piccola, ma sarebbe più facile dire che era la più vicina al Duomo.

Italia-Milano-chiesa-San-Bernardino-offerte
L’area offerte, un pò kitch

Secondo il pannello informativo esterno, questa chiesa fu originariamente costruita in epoca medievale e si trovava sull’antico sito del cimitero chiamato Brolo.

Il vecchio campanile crollò nel 1642 e nel 1712 fu distrutto da un incendio, lo ricostruirono e lo completarono nel 1754.

Quando entrammo, per prima cosa trovammo la cappella principale a forma rotonda.

Non vedevo nulla di insolito qui, tranne l’area delle offerte che era un pò kitsch.

Uscimmo nel corridoio, chiedendoci dove fosse la cappella fatta di ossa, poi un uomo dall’aspetto asiatico scuro di pelle venne da noi e ci mostrò la foto della cappella d’ossa e disse senza mezzi termini e persino aggressivamente “In questa scatola. Fate una donazione € 1 ciascuno!“.

Non era affatto amichevole, quindi l’ho ignorato, ma la mia amica ha dato un paio di monete e acceso una candela.

Probabilmente andrà in paradiso più facilmente di me …

Italia-Milano-chiesa-San-Bernardino-mura-ossa
Impressionante muro fatto di ossa

La cappella d’ossa era in una stanza quadrata che era più piccola di quanto avessi immaginato.

Tutte e quattro le pareti erano fatte di moltissime ossa.

Il pannello informativo esterno disse che fu ricostruito alla fine del 17 ° secolo secondo il design medievale originale.

La facciata si affaccia su un vicolo chiamato “Dead Man’s Alley“.

Secondo le informazioni online, quando questo era un cimitero, non c’era più spazio per le ossa e crearono una stanza per le ossa in eccesso, e quello fu l’inizio di questa cappella.

Quando il re del Portogallo visitò qui nel 1738, fu così colpito che ne fece uno simile a Evora in Portogallo.

Italia-Milan0-chiesa-San-Bernardino-angolo-ossa
L’angolo del soffitto con i teschi in ordine

Agli angoli del soffitto di questa stanza, i teschi tutti delle stesse dimensioni erano disposti ordinatamente in fila.

“Quindi qualcuno ha selezionato teschi delle stesse dimensioni e li ha sistemati con cura lassù”, ha detto la mia amica, il che mi ha fatto sorridere, ma sicuramente qui era tutto ben fatto e ordinato.

Apparentemente c’è una leggenda che il 2 novembre, il Giorno dei Morti, lo scheletro di una ragazza all’altare si alza e invita le ossa degli uomini e tutti iniziano a ballare facendo molto rumore.

Abbiamo visto la stanza prenderci tutto il tempo necessario perché anche la mia amica che prima era spaventata a questo punto era molto interessata.

Abbiamo visto un calendario per la messa all’esterno e, cosa interessante, hanno anche una messa in lingua srilankese.

Quindi la persona dall’aspetto asiatico che abbiamo incontrato all’interno della chiesa deve essere stata uno srilankese.

Tuttavia non sappiamo ancora della connessione tra questa chiesa e lo Sri Lanka.

Italia-Milano-Basilica-Santo-Stefano-Maggiore
Interno della Basilica di Santo Stefano Maggiore

Entrammo anche nella chiesa accanto, la Basilica di Santo Stefano Maggiore.

Questa chiesa ha una storia ancora più lunga che risale al V secolo.

Era una grande chiesa rettangolare, ma si vedeva che aveva bisogno di un bel lavoro di restauro.

Anche in questo stato, c’era comuqnue una persona nell’angolo che pregava seriamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *