Il Tour dell’Inferno a Beppu

Il Tour dell’Inferno a Beppu

[ Dic.2019 ] Quello che devi fare a Beppu, nella prefettura di Oita, in Giappone, è fare un bagno nell’acqua termale e visitare l’Inferno.

Hell o Jigoku in giapponese indica i luoghi a Beppu in cui sorgono le sorgenti calde.

Secondo il volantino il cui titolo è “Welcome to Hell“, più di mille anni fa la regione del Jigoku era descritta come sede di espulsioni di gas fumanti, fango gorgogliante e fumante acqua calda nella Topografia Bungo.

Giappone-Kyushu-Oita-Beppu-Hell-Tour-Umi-Jigoku
Umi Jigoku con la sua acqua azzurra ed il vapore

Era un luogo dove la gente temeva di avvicinarsi una terra maledetta ed è per questo che chiamano questi luoghi “Jigoku (inferno)”.

C’è un’organizzazione chiamata “The Beppu Jigoku Association” che controlla 7 Jigokus e noi li abbiamo visitato tutti e 7 in ordine.

Fortunatamente 5 su 7 erano nella zona di Kannawa Onsen dove abbiamo alloggiato, quindi abbiamo potuto visitarli a piedi.

Il primo è stato “Umi Jigoku“.

Alla biglietteria abbiamo acquistato i biglietti combinati che ci hanno permesso di visitare tutti e 7 i Jigokus per 2000 yen (£ 14,5, € 17, $ 19).

A “Umi Jigoku”, abbiamo visto uno stagno blu con molto vapore.

Umi significa “mare” in giapponese e il colore era quello del mare.

Apparentemente, questo laghetto è stato creato quando il Monte Tsurumi è scoppiato circa 1200 anni fa.

Giappone-Kyushu-Oita-Beppu-Hell-Tour-Oniishi-Bouzu Jigoku
Fango grigio bollente al Oniishi Bouzu Jigoku

Il colore suggerisce acqua fresca, ma in realtà è caldo, circa 98 gradi centigradi.

Questo è stato il Jigoku più bello tra i 7.

Il sucessivo si chiamava “Oniishi Bouzu Jigoku” e questo era davvero come immagino un inferno.

Il fango grigio stava bollendo, formando bolle e facendole esplodere.

Il nome di questo Jigoku deriva dalle bolle rotonde che sembrano teste rasate (Bouzu).

Oniishi è il nome del luogo.

Era un posto che intimidiva nel quale non avrei mai voluto cadere per errore.

Al terzo Jigoku, c’era il personale che stava soffiando il fumo di sigaretta verso la sorgente calda, in modo che la gente potesse vedere la nuvola di vapore sollevarsi dall’acqua.

Questo si chiamava “Kamado Jigoku“.

Giappone-Kyushu-Oita-Beppu-Hell-Tour-Oniyama-Jigoku-coccodrilli
Tanti coccodrilli nell’ Oniyama Jigoku

Questa dimostrazione fu fatta anche in coreano e in cinese e ogni gruppo di persone di quei paesi gridava meravigliato.

Il successivo era uno zoo di coccodrilli e il nome era “Oniyama Jigoku“.

Era come quello che avevo visto ad Atagawa nella prefettura di Shizuoka molto tempo fa e c’erano proprio tanti coccodrilli nell’acqua.

Apparentemente, questo è stato il primo posto in Giappone che ha iniziato ad allevare coccodrilli usando il calore dell’acqua termale  nel 1923 e ora ne hanno circa 70.

Non so perché stiano allevando coccodrilli.

Il quinto Jigoku si chiamava “Shiraike Jigoku” e ci aspettavamo di vedere un laghetto bianco caldo primaverile, ma in realtà non era bianco ma verde pallido.

Mantengono la varietà di pesci tropicali usando il calore dell’acqua termale calda, ma non erano così spettacolari e questo era il Jigoku meno interessante tra i 7.

Questi 5 Jigokus erano nella zona di Kannawa Onsen.

In effetti, ce n’era un altro chiamato “Yama Jigoku” e apparentemente mantengono i Capybaras per qualche motivo, ma poiché questo non era incluso nel biglietto che abbiamo comprato, non siamo entrati.

In fondo ai nostri biglietti, c’era una nota che diceva “Puoi visitare altri Jigoku se preferisci, ma devi pagare un extra”.

C’è molta concorrenza tra la Beppu Jigoku Association e la Yama Jigoku, entrambe gestiscono questi luighi spettacolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *