Sollevata da un pranzo a base di noodle

Sollevata da un pranzo a base di noodle
[Sett.2006 ] A Dharamsala in India, abbiamo visitato anche l’istituto Norbulingka.

E’ un istituto per l’educazione dei Tibetani esiliati e serve per non far dimenticare loro la propria arte e la propria cultura.

All’interno c’era un negozio che vendeva molte cose carine ma erano troppo costose.

Abbiamo pranzato in un ristorante e ci hanno servito un tipo cinese di noodle.

E’ stato un grande sollievo per me visto che non posso mangiare il curry indiano.

Molto, molto tempo fa, ho viaggiato con Air India, ho mangiato il curry e non ci sono stati problemi, ma dopo per tutto il volo l’odore e’ rimasto nella cabina e mi ha fatto sentire male.

Da allora non posso mangiarlo.

Quindi, durante questo tour mi sono portata delle barrette proteiche per le emergenze.

Nel pomeriggio saremmo dovuti andare a vedere l’Himalaya, ma il tempo era brutto, quindi, al contrario, siamo andati a fare shopping.

Io e la mia amica siamo andate con tre signore dello Yorkshire in alcuni negozi di pietre preziose.Sono stata quasi sopraffatta dal loro potere d’acquisto, ma alla fine sono riuscita a ritagliarmi il mio spazio.Ripensandoci ora, avrei dovuto comprare piu’ cose, delle bellissime pietre avevano dei prezzi molto ragionevoli.

La sera siamo andati a vedere un concerto di “tradizionale musica indiana”.

Alcuni dei mebri del tour si erano rivestiti per questo evento, ma in realta’ era per gente New Age e il nostro gruppo sembrava totalmente fuori luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *