Un bagno nelle acque termali di Heviz in Ungheria

Un bagno nelle acque termali di Heviz in Ungheria

Covid Italia

Quello che non vedevo l’ora di fare durante questo viaggio in Ungheria era fare un bagno nel più grande lago termale d’Europa a Heviz.

La zona dei camerini a Heviz
In costume per entrare nel lago

Heviz è una città a circa 10 chilometri a nord-ovest di Keszthely dove alloggiavamo.

Il tempo era stato brutto durante questa vacanza, ma fortunatamente aveva smesso di piovere.

Il lago termale aveva una struttura abbastanza buona, ma non conoscevamo la procedura, quindi all’inizio ci siamo sentiti persi.

Dopo aver letto il cartello scritto in più lingue e aver chiesto allo staff, abbiamo scoperto che il soggiorno minimo qui era di 3 ore e che l’anello che ti veniva dato al momento del pagamento sarebbe stato anche la chiave dell’armadietto, da tenere intorno al polso.

Certo, gli spogliatoi erano separati per sesso, ma non era una stanza privata, ma solo una stanza per tutti, proprio come un nostalgico spogliatoio di scuola.

Quindi ci siamo cambiati, abbiamo messo il costume da bagno e siamo usciti.

Poiché è il più grande lago termale d’Europa faceva un certo effetto vederlo davanti a noi.

Il lago termale di Heviz
Il grande lago termale davanti a noi

Ho indagato ed ho scoperto che e’ grande 47.500 metri quadrati.

La profondità massima dell’acqua, come dice il cartello in modo generico “Attenzione perché è profonda“, è di circa 38 metri.

Ho preso in prestito un salvagente nero e l’ho messo entrando nell’acqua calda.

La temperatura dell’acqua quel giorno era di 31 gradi Celsius e sembrava tiepida.

Anche in pieno inverno, a quanto pare, la temperatura non scende sotto i 25 gradi Celsius, le ninfee rosa e viola stavano fiorendo sul bordo del lago.

La fascia di età delle persone che si immergevano era alta.

A giudicare dalle lingue e dalle apparenze, sembravano esserci molti clienti dalla vicina Austria e Germania.

In Europa, anche i “giganti” anziani indossano bikini sulle spiagge, ma qui, come previsto, c’erano molte persone in costume intero.

Gigli d'acqua sul lago
I gigli separati dalla zona riservata ai bagnanti

C’era un padiglione in mezzo al lago, e quando entri, ci sono due tipi di acqua, una con la temperatura più alta dietro una parete divisoria.

Sebbene fosse al chiuso, la profondità dell’acqua era la stessa di quella esterna, sono rimasta a galleggiare nel mio salvagente e mi sono rilassata molto nell’acqua più calda.

In una delle due zone, ho visto persone in fila muoversi lentamente secondo seguendo delle indicazioni di un trainer.

Sara’ una specie di corso di ginnastica, ho pensato. E cosi’ era.

Nella parte posteriore del padiglione venivano forniti servizi vari come massaggi e trattamenti.

Abbiamo deciso di provare qualcosa.

La difficoltà qui era che accettavano solo contanti.

Spendendo quasi tutti i contanti disponibili, mio ​​marito ha fatto un massaggio regolare e io ho fatto un trattamento chiamato peeling al cioccolato.

Una giovane donna mi ha massaggiato il corpo con uno scrub bianco che sapeva davvero di cioccolato.

A differenza dei normali massaggi forti che non mi piacciono, era morbido e confortevole e avevo voglia di dormire.

Il goulash al ristorante a Keszthely
delizioso goulash

L’effetto non era chiaro, ma ho sentito che le zone secche come la pelle delle piante dei piedi sono state idratate per un po ‘.

Ahhhh, è stato divertente.

Ero soddisfatta al 120% e ho lasciato Heviz molto contenta.

Poi siamo tornati a Keszthly per cena.

In un ristorante in stile pub su Kossuth Street, ho mangiato zuppa di gulasch con specialità ungheresi e un po ‘di involtini di cavolo dolce.

La mattina dopo, ci siamo separati dai nostri amici alla stazione di Keszthely e abbiamo preso il treno per Budapest.

Sono state tre ore di viaggio e ho dormito a intermittenza.

Anche dopo aver dormito un po’ al risveglio il panorama dal finestrino era quasi lo stesso, piatto e poco interessante.

[Sept. 2010]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *