l’Elisabeth Bridge ed il ristorante a Buda

l’Elisabeth Bridge ed il ristorante a Buda

Covid Italia

Era ora di cena quando siamo scesi dal battello sul Danubio a Budapest, la capitale dell’Ungheria.

Il ristorante Aranyszarvas a Buda
Il ristorante Aranyszarvas

Abbiamo attraversato il ponte Elisabetta verso Buda alla ricerca del ristorante Aranyszarvas elencato nella guida.

Guardando la mappa, ci siamo arrivati ​​senza problemi.

L’aspetto esterno non era così grandioso, ma l’interno era piuttosto elegante.

Anche il prezzo era buono, paragonato ad un costoso ristorante londinese.

Sembrava che fosse comunque un ristorante per turisti.

Torta al cioccolato al ristorante di Buda Aranyszarvas
Buonissima torta al cioccolato

In onore dell’Isola dei Conigli (Isola Margherita), che abbiamo visitato in battello, abbiamo scelto entrambi il coniglio come piatto principale.

Per quanto riguarda l’antipasto, ho condiviso con mio marito patè di anatra e tartare di vitello.

Mio marito ha preso poi una torta di mele e io una torta al cioccolato.

Era tutto molto delizioso e sono rimasta soddisfatta.

Anche la presentazione era piacevole.

E quello che notammo di piu’ era il cameriere.

Era alto e ordinato e aveva un buon comportamento, sembrava uno di quei missionari mormoni americani che una volta si incontravano per strada.

Dopo la cena, abbiamo fatto una lunga passeggiata notturna.

Elisabeth Bridge
Elisabeth Bridge di notte

Abbiamo attraversato il Ponte Elisabetta illuminato e siamo tornati sul lato di Pest.

Il nome di questo ponte, Elisabetta, è quello dell’imperatrice d’Austria alla fine del XIX secolo.

Era una fan dell’Ungheria e aiutò silenziosamente a concludere un trattato che garantiva l’autonomia dell’Ungheria.

Quindi l’Imperatrice è molto popolare in Ungheria ed è per questo che anche questo ponte ha preso il suo nome.

Questo ponte è stato costruito nella parte più stretta del Danubio ed è lungo circa 290 metri.

Panorama dall Elisabeth Bridge
Il Danubio di notte

L’originale fu costruito come ponte sospeso dal 1898 al 1903, ma si dice che le truppe tedesche in ritirata alla fine della seconda guerra mondiale lo fecero esplodere.

Pertanto, è stato ricostruito come un ponte sospeso a fune nel 1961-64, ed è quello su cui abbiamo camminato quel giorno.

L’illuminazione notturna era meravigliosa e, a quanto pare, ciò è stato fatto in collaborazione con il Giappone nel 2009, l’anno prima della nostra passeggiata.

Abbiamo anche fatto una passeggiata nel centro della città sul lato di Pest.

Una delle strade principali di Pest di notte
Una strada di Pest di notte

Era piuttosto tardi la notte, ma la gente camminava tranquilla e io non sentivo alcun pericolo.

Mi chiedevo se conservassero ancora il lato buono dell’era socialista (i paesi socialisti spesso erano sicuri, no?).

Dalla stazione di Deak Ter, siamo tornati in hotel prendendo la metropolitana, i cui veicoli erano vecchi e gestiti con attenzione.

[Sett. 2010]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *