Viaggiare con il treno

Viaggiare con il treno

[ Luglio 2015] La persona dell’albergo a Roccella Jonica, nel Sud Italia, disse “Quest’area è dimenticata.

Lo vedrete se prenderete il treno qui attorno”.

Abbiamo preso quel treno.

Quello che diceva era vero.

Si trattava di una linea a rotaia singola e il treno aveva solo un vagone con il motore diesel.

Il lavoratore alla stazione affermava orgogliosamente “ Dato che si tratta di un vecchio vagone diesel, è forte e non si rompe.

Anche l’aria condizionata funziona quasi sempre”.

Ma sfortunatamente l’aria condizionata non funzionava durante il tragitto.

Ci abbiamo messo un’ora e mezzo per raggiungere Reggio Calabria e abbiamo cambiato treno.

Questa volta era un normale treno moderno.

Sulla via del ritorno, dopo esserci preoccupati per via del ritardo e della mancanza di informazioni, abbiamo preso l’ultimo treno, che è partito da Reggio Calabria attorno alle 18.

Questa volta il problema era dovuto ai passeggeri, che erano triviali.

Il gruppo di persone di colore e una grande famiglia con molti bambini, che sembravano essere Zingari, non pagarono il biglietto e non seguivano quello che diceva il conducente.

L’atmosfera nel treno era orribile e, quando finalmente siamo arrivati alla stazione, mi sono sentita realmente sollevata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *