La bella chiesa che abbiamo visto dopo pranzo

La bella chiesa che abbiamo visto dopo pranzo

[Novembre 2018]

Siccome tutte i luoghi turistici di Sabbioneta, piccola città d’arte della Lombardia chiudevano all’una,  abbiamo cercato un posto dove potevamo mangiarci un pranzo leggero.tipo un caffè o qualcosa del genere.

ristorante-vaudeville-sabbioneta-mantova
Ristorante Vaudeville a Sabbioneta

Mio marito ha trovato un posto che si chiamava Vaudeville, che sembrava un tipico caffè italiano, dove era possibile mangiare un pasto leggero tipo un piatto di prosciutti assortiti.

Siamo andati sopra guidati da un membro dello staff e abbiamo visto che era un ristorante vero e proprio.

Sfortunatamente avevamo una cena d’affari la sera e non potevamo mangiare molto, ma avevano piatti molto interessanti nel loro menu.

Così ci siamo limitati a un bicchiere di vino e a un piatto principale.

Io ho preso vitello in salsa di vino e mio marito ravioli al limone.

Erano molto buoni.

Anche l’antipastino di salumi che hanno servito era ottimo.

C’era una bella atmosfera all’interno con coppie anziane e famiglie che pranzavano senza affrettarsi.

I posti che chiudevano all’una riaprivano alle 2,30.

sabbioneta-chiesa-mantova-centro
Una chiesa di Sabbioneta

Dopo pranzo ci siamo diretti alla chiesa dell’Incoronata che è dietro Palazzo Ducale.

Era un edificio ottagonale costruito in mattoni tra il 1586 e il 1588 e campanile è stato costruito nel 1592.

Non mi aveva colpito molto l’esterno, ma quando siamo entrati dopo le 2,30 sono rimasta colpita per la sua bellezza.

Il muro era pieno di “trompe l’oeil” che vuol dire “inganna l’occhio”.

Erano fatti così bene che non riuscivamo a capire quale fosse finto o vero.

I dipinti portavano al soffitto che sembrava più alto di quanto realmente fosse.

Secondo il dépliant che ci hanno dato l’interno fu realizzato dall’architetto Francesco Borrelli.

Iniziò a lavorarci nel 1768, ma nel 1770 cadde da un’impalcatura e morì.

sabbioneta-marco-aurelio-leone-leoni
Statua di Marco Aurelio a Sabbioneta

A un lato della chiesa c’era il mausoleo di Vespasiano Gonzaga che aveva costruito l’intera città.

Pare che vi fossero usati marmi rari.

La sua statua è u un piedistallo di marmo fatto dallo scultore Leone Leoni che aveva lavorato moto anche in Spagna e Austria.

Il dépliant diceva che la statua era un misto tra la famosa statua equestre di Marco Aurelio a Roma e lo stesso Gonzaga.

Ho guardato la statua di Marco Aurelio e ho visto che la posa con la mano tesa è simile.

Pare che questa chiesa fosse stata costruita su modello di un’altra che fu costruita a Lodi, una cittadina a 30 km a sud di Milano nel quindicesimo secolo.

Mi chiedo se la chiesa originale abbi anch’essa i trompe l’oeil.

Devo controllare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *