In Piemonte per comprare il vino

In Piemonte per comprare il vino

[Settembre 2019]

Il Piemonte in Italia è la bella regione con dolci colline degradanti famosa per il vino.

Alcuni anni prima ci avevamo fatto un viaggio di un giorno per comprare alcune bottiglie di  il vino  e ci siamo tornati anche stavolta.

La volta prima eravamo andati girando senza programmi per le varie vinerie aperte che incontravamo, questa volta andavamo in dei posti che avevamo deciso prima.

Avevamo avuto alcuni consigli su buone cantine dove andare da gente della zona attorno a Nizza Monferrato, dove eravamo già stati.

Però in una di queste la Bersano, quando ci siamo andati la donna che ci lavorava ci ha detto che non spedivano il vino in Inghilterra dove noi viviamo.

La donna che ci serviva  ci ha consigliato una ditta, a loro concorrente, Coppo, che stava nel paese di Canelli che spediva il vino in Inghilterra.

Ci ha detto che il territorio stava facendo molto per far conoscere la provincia  di Asti, che è la regione d’origine del barbera dove è anche Nizza Monferrato che non era conosciuta come quella di Cuneo, che è la regione di origine del barolo.

Così andati in queste cantine Coppo abbiamo assaggiato vari vini.

Coppo è una grande e antica cantina.

Il giovane dai modi raffinati che ci ha accolto, ci ha detto che non era possibile visitare la cantina, poiché le visite erano tutte prenotate fino a Natale.

Ci ha detto che producevano 400.000 bottiglie l’anno con tre tipi di barbera, tre tipi di vino frizzante e anche il barolo.

Ci ha spiegato che anche se non è la zona di produzione del barolo a loro era stato consentito continuarne la produzione perché lo producevano anche da prima della definizione del marchio DOC.

Ultimamente penso che mi è difficile capire se un vino ,i piace o no se non lo provo con qualche cibo, ma in ogni caso ci siamo lasciati convincere e abbiamo comprato una ventina di bottiglie.

Ha detto che ce le spediva  a Londra senza problemi.

Temo che quando la Brexit sarà completa e tutte le nuove regole saranno stabilite non sarà fare così facilmente questo tipo di acquisti.

Tornati a Nizza Monferrato siamo andati al ristorante La signora in rosso, che avevamo prenotato prima.

E’ un ristorante al piano terra di un palazzo dove ci sono vari negozi di vino e un museo del cibo.

Ed è nello stile di un’antica cantina.

Abbiamo entrambi ordinato come antipasto Vitello tonnato di razza Fassona, un tipo di vitello locale a basso contenuto di colesterolo.

Era davvero un cibo del posto ed era molto buono.

Come piatto principale ho preso un piatto a base di maiale con una salsa di fichi che ci si sposava bene ed era anch’esso molto buono.

Anche il piatto a base di carne di vitello che ha ordinato mio marito era ottimo.

Non era chiaro se la persone che ci serviva era il proprietario o il sommelier, comunque ci ha detto che i prezzi di Coppo sono alti perché è una cantina molto conosciuta, ma che ci sono cantine che fanno un vino altrettanto buono, ma che costa molto meno e ci ha raccomandato una bottiglia di vino semplicemente chiamato “Barbera d’Asti”.

Penso che ci debbano essere ottimi produttori di vino a Asti e ognuno abbia da dire qualcosa in termini di prodotto.

Il pasto è stato più che soddisfacente e il prezzo è stato di soli 65 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *