Il museo Goya e la seconda volta “Tapas” a Saragozza.

Il museo Goya e la seconda volta “Tapas” a Saragozza.
Spagna-Saragozza-Goya-Museo-interno
L’unica foto che sono riuscita a fare nel museo.

[ Nov.2019 ] Il secondo posto che abbiamo visitato a Saragozza in Spagna è stato il Museo Goya.

Francesco Goya, il grande pittore spagnolo, nacque vicino a Saragozza.

Quindi è “speciale” per le persone a Saragozza e c’è la sua statua nell’enorme piazza principale, Plaza del Pilar.

Potevamo entrare gratuitamente al Museo Goya perché era la seconda domenica del mese.

Fondamentalmente, il museo era diviso in tre piani: prima di Goya, Goya e influenza di Goya.

I suoi famosi dipinti sono nel Museo del Prado a Madrid e qui il punto forte è la stanza con molte delle sue incisioni.

Tante incisioni erano in fila in una stanza buia, quando ci si avvicinava ad una incisione si accendeva una luce per poterla vedere bene.

A causa di questo sistema, ho avuto le vertigini e anche le scene brutali rappresentate mi hanno fatto sentire un pò male.

Soprattutto la serie intitolata “Il disastro della guerra” era troppo esplicita.

Spagna-Saragozza-Goya-Museo-esterno
Il museo Goya

Apparentemente quando l’esercito napoleonico invase la Spagna nel 1807, fecero cose orribili agli spagnoli e questo era il tema di questa serie.

Devono essere successe davvero tutte queste cose, ma erano troppo dettagliate e ho sentito la follia di Goya.

Oltre alla guerra, c’erano molte foto di prostitute e corride.

Sfortunatamente, la fotografia era proibita.

In effetti, durante questa vacanza ci siamo imbattuti in molti luoghi in cui scattare foto non era permesso e che ci ha fatto sentire un pò frustrati.

Il Museo Goya ha chiuso alle 14:00 per due ore (a quanto pare, tra il 21 marzo e il 31 ottobre, aprono tutto il giorno dalle 10 alle 20).

Spagna-Saragozza-El-Tubo-ristorante-Taberna-Doña-Casta
Dentro il ristorante Taberna Doña Casta

Siamo stati “cacciati” dal museo, così ci siamo diretti nuovamente verso El Tubo e abbiamo cercato il ristorante dove potersi sedere.

Il ristorante in cui siamo entrati era la Taberna Doña Casta, dove potemmo appollaiarci sugli sgabelli.

C’era un menu e le persone stavano ordinando cose ai camerieri, ma per noi era impossibile capire i menu in spagnolo, quindi abbiamo chiesto al cameriere “4 piatti che non siano troppo piccanti”.

Spagna-Saragozza-El-Tubo-ristorante-Taberna-Doña-Casta-Tempura
Tempura di vegetali

Il cameriere ha scelto polpette di agnello, un piatto di pollo, un piatto di cetriolo acido e acciuga e l’hamburger con frutti di mare fritti, che erano interessanti e gustosi.

Ma questi non erano abbastanza per noi, quindi abbiamo ordinato anche insalata russa e tempura di verdure.

La Tempura arrivò con Aioli.

Abbiamo bevuto due bicchieri di vino ciascuno e il conto era di circa € 31, non male.

Il piatto più costoso era la Tempura, che costava € 6,50.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *