Painted Hall a Greenwich, ha riaperto dopo la ristrutturazione

Painted Hall a Greenwich, ha riaperto dopo la ristrutturazione

[ Ago.2019 ] C’è uno splendido edificio chiamato Painted Hall all’interno dell’Old Royal Naval College di Greenwich, nella zona est di Londra, in Inghilterra.

Inghilterra-Londra-Greenwich-Old-Royal-Naval-College-The-Painted-Hall
La bella sala principale

Quando abbiamo visitato all’inizio dell’anno, era chiuso a causa dei lavori di restauro, ma ho saputo che era stato riaperto, quindi ho voluto visitarlo.

Anche la nostra amica in visita dal Giappone voleva vederlo così siamo andate insieme.

Il biglietto d’ingresso era di £ 12 (€ 14, $ 15,50), il che non era economico, ma includeva la visita guidata.

La guida ha spiegato in modo interessante molte dei quadri in tutta la sala.

In origine questo edificio fu costruito come sala da pranzo per i veterani della marina in pensione, ma presto divenne una sala disponibile a pagamento.

Il pittore James Thornhill è l’autore di tutti i dipinti pitturati tra il 1707 e il 1726.

Inghilterra-Londra-Greenwich-Old-Royal-Naval-College-donatori
Nomi ed importi donati

Era un pittore per teatri in grado di dipingere quadri in 3D ed è per questo che è stato scelto per dipingere questa stanza.

Apparentemente ci sono in tutto circa 200 persone dipinte, queste immagini hanno come soggetto gli argomenti di attualità in quei giorni come i cambiamenti politici, i risultati scientifici e culturali e così via.

Prima di salire le scale per la sala principale, quando guardato in alto abbiamo notati dipinti con nomi e numeri.

Questi sono i nomi dei benefattori con la quantità di denaro che hanno donato.

L’importo minimo era di £ 100 che varrebbero ora circa £ 7000.

Qualche membro della famiglia reale ha dichiarato un importo enorme, ma dopo aver pagato una parte di esso, ha smesso di pagare, dicendo “Ho perso il mio portafoglio“.

Inghilterra-Londra-Greenwich-Old-Royal-Naval-College-The-Painted-Hall-persone
Ci sono circa 200 persone dipinte nella sala

Nella sala principale, c’era una foto che mostrava soggetti astronomici ed anche molti astronomi, ma il famoso Isaac Newton non era incluso, a causa del suo cattivo comportamento.

C’era una foto di Anne, regina della Gran Bretagna degli Stuart, che regnò all’inizio del XVIII secolo e qui la guida ci disse che il marito danese di Anne era una persona estremamente noiosa.

La gente ha cercato di farlo ubriacare per vedere se cambiava, ma in realtà non cambiava affatto.

Inghilterra-Londora-Greenwich-The-Painted-Hall-la mano nascosta
La mano dipinta sotto il tappeto

Con questo noioso marito, Anne rimase incinta ogni anno, 17 volte in totale.

Ma molti figli nacquero già morti e nessuno arrivò all’età adulta.

Quindi hanno dovuto trovare un erede.

Inghilterra-Londra-Greenwich-Old-Royal-Naval-College-autoritratto
Autoritratto di James Thornhill

Cercarono una persona di religione protestante con un legame di sangue, ma le 54 persone che trovarono erano tutte cattoliche, alla fine la 55a persona eleggibile era una protestante chiamata Sophia e il diritto di successione venne dato ai suoi figli.

C’era una foto di Sophia e dei suoi figli, ma a quanto pare mancava una persona.

La nostra guida ci ha fatto guardare in basso all’immagine dicendo “Quella mano sotto il tappeto potrebbe essere quella della persona scomparsa”, il che era un pò inquietante.

C’era anche un autoritratto di James Thornhill.

Secondo la nostra guida, questo lavoro non gli ha fatto guadaganre tanti soldi, ma grazie a questo successo, ha ottenuto lavori come quello nella Cattedrale di St. Paul.

Inghilterra-Londra-Greenwich-Old-Royal-Naval-College-gente-sdraiata
Persone sdraiate per osservare il soffitto

Nella sala principale, c’erano ampi sgabelli in modo che le persone potessero sdraiarsi a guardare i dipinti sul soffitto.

Un’idea interessante, no?

Avevo immaginato che la Painted Hall fosse qualcosa di simile all’Antiquarium a Monaco, ma in realtà, rispetto a quello, era una stanza più ordinaria.

Tuttavia, a causa delle storie interessanti raccontate dalla guida, ci siamo davvero divertiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *