Cosa vedere e fare a Bariloche in Argentina

Cosa vedere e fare a Bariloche in Argentina

Cosa fare e vedere a Bariloche in Argentina

San Carlos de Bariloche si trova nel sud-ovest dell’Argentina, nel cuore del distretto dei laghi del paese. Situato sulle rive del Lago Nahuel Huapi e il suo parco nazionale corrispondente, Bariloche offre ai viaggiatori emozionanti attività all’aria aperta e una graziosa cittadina in stile svizzero piena di negozi di cioccolato e boutique.

Centro Storico

Oltre al suo splendido scenario e al parco nazionale, Bariloche è famosa per l’architettura del suo Centro Storico. Ogni visitatore che è stato in Svizzera si ricorderà delle sue belle case alpine camminando per la città. Gli edifici di legno e pietra ospitano negozi di souvenir e boutique esclusive. Il centro è abbastanza piccolo per una piacevole passeggiata ed è pieno di ristoranti e caffè. Il clou è la cattedrale, con i suoi grandi muri in pietra in una posizione privilegiata, direttamente sul lago.

Parco Nazionale Nahuel Huapi

La più grande attrazione di Bariloche è il suo parco nazionale, Nahuel Huapi. I visitatori possono semplicemente attraversare e ammirare i paesaggi con la macchina, oppure possono parcheggiare e fare una passeggiata lungo uno dei tanti percorsi escursionistici. Il visitatore più avventuroso può fare raft o kayak sul Lago Nahuel Huapi, un lago formato da ghiacciai sciolti circondato da splendide montagne innevate. I visitatori possono solitamente prenotare tour e attività attraverso il loro hotel.

Una gita di un giorno a El Bolsón

Vicino a Bariloche è la piccola città di El Bolsón, a cui è possibile fare una gita di un giorno (circa due ore di macchina da Bariloche). I suoi primi abitanti non nativi provenivano dalla Germania, e di conseguenza è diventato famoso per la sua produzione di formaggi e birra. È orgoglioso del suo interesse per la vita ecologica e l’agricoltura biologica, ed è quindi una destinazione popolare per chi ama la natura. Ci sono anche una serie di percorsi escursionistici nelle vicinanze, di cui uno dei più popolari è fino a Cajón de Azul, un piccolo lago blu dove è possibile fare il bagno.

Volcán Lanín

Più lontano dalla città di Bariloche si trova il vulcano Lanín. Non in Nahuel Huapi, ma al confine con il parco nazionale Lanín, è visibile da tutta la zona grazie della sua altezza di 3,776 metri. È possibile salire, ma solo da esperti o all’interno di un gruppo di visite guidate ufficiali, e anche in questo caso non è consigliabile per i deboli di cuore. Anche se il vulcano è inattivo da circa 10.000 anni, non è stato ufficialmente dichiarato estinto, a causa di tremori occasionali. Il cratere stesso non è visibile e si pensa che si trovi sotto il ghiacciaio sulla cima della montagna.

Una gita di un giorno a Villa La Angostura

Un’altra piccola città da visitare in una gita di un giorno da Bariloche è Villa La Angostura, in alta montagna e sede del Parque Nacional Los Arrayanes. Un arrayán è una specie di albero nativo del confine cileno-argentino ed era importante per i nativi Mapuche come fonte di medicina. I visitatori possono andare in bicicletta o camminare attraverso la foresta, o in alternativa prendere una barca attraversare il lago per raggiungere il parco. I sentieri escursionistici nelle vicinanze offrono anche una fantastica vista sul lago Nahuel Huapi.

Museo della Patagonia

All’interno di uno degli chalet svizzeri del Centro Cívico si trova il museo di Bariloche. Contiene una serie di reperti relativi alla storia del parco nazionale e dell’area circostante, in particolare reperti archeologici, storia naturale e manufatti indigeni. La cosa più interessante è la Sala Pueblos Originarios, che esamina i nativi che vivevano nella zona, in particolare i Mapuche, le cui pratiche sono ancora oggi comuni, appena oltre il confine in Cile.

Orari di apertura: martedì-venerdì 10-12.30, 14.00-19.00; Sab 10-17

Cioccolateria

Da abbinare alla famosa architettura alpina di Bariloche, ci sono numerosi negozi di cioccolato nel centro della città . La maggior parte si trova sulla principale via dello shopping, Bartolomé Mitre, quindi sono difficili da trovare ed è difficile resistere alla tentazione. Il negozio più popolare è Chocolates Rapa Nui.

Cerro Tronador

Cerro Tronador nel Parco Nazionale Nahuel Huapi è la montagna più alta della regione dei laghi argentina. Ai piedi della montagna i visitatori possono vedere i ghiacciai, che possono essere percepiti come scricchiolanti, specialmente quando si staccano enormi blocchi di ghiaccio. Ha tre picchi distinti, chiamati Argentino, Internacional e Chileno. È un vulcano estinto, e l’area circostante è piena di piccoli laghi e foreste verdi da esplorare. Il fiume Manso, che i visitatori passeranno andando da Cerro Tronador da Bariloche, è un luogo popolare per il rafting sulle rapide. E ‘solo un paio d’ore di distanza da Bariloche, e la maggior parte degli hotel offre escursioni giornaliere.

Isla Victoria

All’interno del Parco Nazionale Nahuel Huapi si trova Isla Victoria, una piccola isola sul Lago Hahuel Nuapi raggiungibile con un breve viaggio in barca. L’isola è di circa 31 km² in area, ma solo circa un terzo di esso è possibile camminare a causa del terreno difficile. In passato era abitata da popolazioni indigene, le cui prove si possono vedere nei disegni delle caverne sparse per tutta l’isola. È un posto incantevole per una tranquilla passeggiata attraverso le sue foreste, poiché ospita una grande varietà di flora e fauna. I sentieri sono anche su passerelle quindi non è troppo faticoso, e perfetto per le famiglie.

Sciare su Cerro Catedral

Questa attività non è possibile tutto l’anno, ma ne vale sicuramente la pena quando la neve è ancora presente. Cerro Catedral è la destinazione sciistica più popolare nella zona di Bariloche e si trova a breve distanza in autobus dal centro della città. È una tipica stazione sciistica, ma la sua caratteristica distintiva sono le vedute del lago Nahuel Huapi e del parco nazionale circostante. Il personale del centro sciistico di Cerro Catedral proviene principalmente da Bariloche e dalla zona circostante, quindi hanno una buona conoscenza della montagna, della sua conservazione e di come sciare in modo responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *