A lezione di tango a Buenos Aires

A lezione di tango a Buenos Aires

[Aprile 2018]

Vi ho già raccontato dello show di tango a cui abbiamo assistito a Buenos Aires in Argentina. A me e mio marito era piaciuta la breve lezione di tango che avevamo fatto, così abbiamo pensato di volere imparare ancora un po’a riguardo.

Così consultatici con Elisabet, la guida che ci ha accompagnato nella prima parte del nostro soggiorno, ci siamo fatti organizzare una lezione privata di tango.

lezione-tango-buenos-aires
A lezione di tango a Buenos Aires

La lezione sarebbe durata un’ora e si sarebbe tenuta in un studio che stava a via Junin, nel centro della città.

Questo giorno non era semplicemente domenica, ma era Pasqua e il maestro e il proprietario dello studio erano venuti apposta per noi.

In questo edificio c’erano vari studi.

C’erano uno specchio e la barra. I luoghi in cui si tengono lezioni di ballo sono uguali in tutto il mondo.

sala-scuola-tango-buenos-aires
La sala della scuola di Tango a Buenos Aires

Noi usavamo il secondo piano dello studio. Il pavimento del primo piano aveva un motivo a scacchi. C’era anche appesa una bandiera dell’Argentina, cosa che era interessante.

Siamo partiti dalle posizioni fondamentali.

La metà superiore del corpo deve essere tesa, la metà inferiore flessibile.

Il maestro, che si chiamava Santiago, parlava solo spagnolo, e la lezione si è svolta con mio marito che cercava di capire spiegandomi le cose.

Il maestro ci ha spiegato che il tango più di ogni altra danza è una danza che si balla in due e la cosa che importante è che la coppia si muova in accordo.

Perciò c’è l’epressione comune in inglese “It takes two to tango”, ci vogliono due persone per ballare il tango.

Che significa che le responsabilità per qualcosa di solito sono di entrambi le parti.

In effetti nel tango entrambi sono importanti,  ma è l’uomo che guida.

L’uomo deve decidere il passo successivo e la donna capirlo chiaramente e devono muoversi a tempo.

Forse se avessi potuto guidare io avremmo ballato un po’ meglio…(non so se mio marito la pensa allo stesso modo…).

Comunque essendoci impegnati al massimo siamo riusciti a ballare un po’ alla fine.

interno-scuola-tango-buenos-aires
Inerno della scuola di tango a Buenos Aires

Durante la lezione ero più tesa di quanto mi aspettassi.

Forse perché il maestro era molto serio, anche se era in gamba.

Aveva, penso, circa 35 anni.

Avrebbe voluto dedicarsi solo al tango, ma per sopravvivere faceva anche un altro lavoro.

Coloro che imparavano il tango a Buenos Aires erano aumentati ultimamente, specie fra i giovani.

Pensavo che ci sarebbe servita la lingua per insegnarci i passi, ma un po’ più di conoscenza dello spagnolo ci avrebbe anche consentito di farci spiegare i tanti segreti che sembra ci siano  per andare a tempo col proprio partner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *