Giro turistico di Buenos Aires: Fangio, la vendetta e il giardino delle rose

Giro turistico di Buenos Aires: Fangio, la vendetta e il giardino delle rose

Verso la fine del nostro giro turistico per Buenos Aires in Argentina siamo andati in macchina, dopo pranzo, verso Puerto Madero, una nuova area di espansione della

città.

Qui i nuovi palazzoni sono stati costruiti 28 anni fa.

C’erano gli uffici della Mercedes e fuori, di fronte al palazzo, una statua del pilota Juan Manuel Fangio Deramo.

capitale-argentina-fangio-monumento
Monumento a Fangio a Buenos Aires la capitale dell’Argentina

Io non lo conoscevo affatto, ma mio marito lo conosceva di nome e siamo scesi dalla macchina per farci una foto con la statua.

Frangio è nato nel 1911 e morto nel 1995.

Avendo vinto il campionato di Formula 1 cinque volte, Frangio è una leggenda in Argentina ed è visto come un eroe nazionale.

Dopo siamo stati sul Retiro e abbiamo visitato un palazzo chiamato Edificio Kavanagh.

basilica-sacramento-buenos-aires-capitale-argentina
La Basilica del Sacramento a Buenos Aires la Capitale Argentina

Riguardo a questo edificio che sta di fronte a Piazza San Martino c’è un aneddoto.

Una famiglia molto ricca aveva un palazzo dal lato opposto della strada e uno dei loro figli si innamorò di una donna che da poco arricchita.

Ma la madre del ragazzo separò la coppia, perché riteveva che lei non era adatta per il figlio.

Allora la donna arrabbiata fece costruire questo brutto edificio Kawanagh proprio di fronte alla bella Basilica del Sacramento che era la chiesa frequentata dalla famiglia.

Prima la chiesa poteva essere vista dalla casa della famiglia del ragazzo, ma dopo la costruzione del palazzo Kawanagh questo non tu più possibile.

Il palazzo è alto 120 metri ed quando era stato finito nel 1936 era l’edificio più alto di tutta l’America Latina.

Questo aneddoto ha varie versioni, mi sembra di aver sentito una storia simile l’altra volta che siamo venuti a Buenos Aires, ma non mi sembra di ricordare della disputa tra due donnne.

el-rosedal-buenos-aires-capitale-argentina
El Rosedal il parco della capitale dell’Argentina, Buenos Aires

Sulla nostra guida c’era scritto che la donna ricca era di origine iralandese.

L’ultimo posto che abbiamo visitato è stato il giardino di chiamato El Rosedal nell’enorme Parco del 3 di febbraio.

Nel parco c’è uno stagno dove si possono noleggiare barche a remi, un giardino giapponese, un planetarium e altre attrazioni

Originariamente il parco era il giardino personale di Juan Manuel de Rosas, che era il governatore della provincia di Buenos Aires e dittatore dell’Argentina nel 19 secolo.

albero-grandissimo-argentina-capitale
Un grandissimo albero a Buenos Aires, capitale Argentina

Il nome del parco 3 febbraio deriva dalla data in cui lui perse la battaglia contro il suo braccio destro che si era ribellato nel 1852.

Sembra sia abbastanza odiato dai cittadini di Buenos Aires, ma ho guardato un po’ su internet e sembra che i pareri a riguardo siano discordi.

Una cosa è certa è che non ci sono indigeni a Buenos Aires, perché nel 1830 iniziò farli trasferire forzatamente fuori dalla provincia.

Durante questa operazione migliaia di indigeni furono uccisi.

Comunque nel tranquillo giardino delle rose abbiamo visto ancora un albero di Ombu, come quello che avevamo visto il giorno prima nel ranch dei gauchos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *