Nella stazione dove avevamo la coincidenza per Orvieto

Nella stazione dove avevamo la coincidenza per Orvieto

[ Ago.2019 ] Il terzo giorno della nostra breve vacanza in Umbria, siamo andati a Orvieto da Perugia per una gita di un giorno.

Col senno di poi, penso che sia stato un pò troppo breve, perché ci sono volute circa 2 ore e mezza a tratta e non abbiamo potuto trascorrere abbastanza tempo a Orvieto.

Italia-Umbria-Terontola-stazione
La stazione di coincidenza di Terontola

Inoltre, sulla strada per Orvieto, abbiamo dovuto aspettare circa un’ora per il treno di collegamento nella stazione chiamata Terontola.

Tuttavia, non ci siamo annoiati.

Quando eravamo seduti su una panchina sulla piattaforma, due poliziotti si avvicinarono a noi e chiesero di mostrare loro i nostri documenti di identità.

È stato positivo che stavo portando il mio passaporto.

Un pò di tensione perchè pensavamo fosse successo qualcosa, ma alla fine abbiamo capito che si trattava di un controllo di routine e stavano chiedendo la stessa cosa a tutti.

Italia-Umbria-Orvieto-stazione-gente
Fianalmente alla stazione di Orvieto

Il poliziotto più anziano era loquace e scoprimmo che era nato a Monza dove abitavamo anche noi quando eravamo in Italia, e che era cresciuto lì vicino, così mio marito e lui chiacchierarono molto.

Ad esempio, ci stava dicendo che quando aveva viaggiato in Inghilterra, dopo soli cinque giorni era in crisi a casua del pessimo cibo.

Inoltre, ci ha raccontato di sua figlia alla quale piaceva studiare e che parla quattro lingue, non riusciva a trovare lavoro a causa del fatto che non voleva lasciare l’Italia.

E quando si avvicinò il momento di arrivo del treno di collegamento, disse “Quindi presto ci abbandonerai anche tu“.

Italia-Umbria-Orvieto-funiculare
La funiculare a Orvieto

Sembrava triste per il fatto che doveva rimanere in questa umile stazione che non sembrava nulla di interessante.

Almeno devo dire che i servizi igienici erano belli e puliti, quindi li ho usati sia all’andata che al ritorno.

Finalmente arrivammo alla stazione di Orvieto che si trovava sotto il centro storico, proprio come Perugia e Assisi.

Da lì, abbiamo preso una funivia per salire in città (€ 4).

La funivia arrivò nella piazza chiamata Piazza Cahen e da lì proseguimmo sulla via principale, Corso Cavour.

Italia-Umbria-Orvieto-cattedrale-palazzi
La sontuosa Cattedrale di Orvieto

Era una strada in leggera salita.

All’inizio, sembrava che la gente comune vivesse lì intorno ma poi gradualmente le case cambiarono in quelle pittoresche di pietra.

Seguendo la mappa, abbiamo dovuto girare a sinistra sulla strada in un vicolo più piccolo per raggiungere la nostra destinazione, la cattedrale.

Il percorso erachiamato Via del Duomo.

Ora eravamo nel centro della città e c’erano molti negozi di souvenir.

E quando abbiamo guardato in alto, abbiamo visto la facciata sontuosa della cattedrale dietro le case.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *