Il barbecue colombiano e le tradizioni di Capodanno

Il barbecue colombiano e le tradizioni di Capodanno

[Dicembre 2016]

Al ritorno dall’escursione da  Medellin in Colombia a Guatape la guida e l’autista ci hanno portato a mangiare in una braceria.

Diversamente dai ristoranti per carne arrostita in stile coreano la carne arrostita in Colombia è infilzata in grandi spiedi disposti attorno a un fuoco e dove viene fatta arrostire a lungo.

Questa specialità culinaria non è originaria di questa regione, ma viene dal sud,   però apprezzata e diffusa in tutto il paese.

Il ristorante si chiamava El Llaneerito e pare appartenga a una catena.

La carne era davvero buona.

Essendo il grasso andato via per la lunga cottura era abbastanza leggera quindi ho potuto mangiarne molta.

Le patate che c’erano per contorno chiamate yuka erano dolci e mi sono piaciute molto.

La guida ci ha anche detto che il luogo di origine di questo cibo è famoso per la musica tradizionale eseguita con l’arpa.

Con Maria, la guida e l’autista eravamo a cena in 4.

Essendo proprio la fine dell’anno ho fatto un po’ di domande sulle tradizioni locali di Capodanno.

Una cosa che avevamo notato lungo la strada erano dei pupazzi  di forma umana a grandezza naturale.

Questi venivano riempiti di polvere da sparo.

E venivano fatti esplodere nella notte di San Silvestro.

I pupazzi rappresentano persone che non piacciono al popolo, dei politici o dei personaggi conosciuti.

Poiché è un’usanza pericolosa è stata vietata, ma molti continuano a praticare questa tradizione.

Un’altra tradizione diffusa è che si ritiene che,  vestendo biancheria intima di colore giallo  la notte di San Silvestro, l’anno nuovo sarà un anno fortunato.

Anch’io avevo pensato di voler seguire questa tradizione, ma nello shopping center dove sono stata il giorno successivo ho trovato solo biancheria intima con disegnati dei motivi che mi sembravano eccessivi, così ho rinunciato.

Avevo già sentito che mangiavano riso cotto nella coca-cola a Natale, ma mi hanno detto che nel cenone della vigilia di Capodanno si mangia carne di maiale tutti in famiglia.

Poi si passa per le stanze con il turibolo che si usa in chiesa per spandere l’incenso.

Pare che qui sia considerato “ultimo dell’anno”tutto il mese di dicembre. Così i giovani lavorano di giorno, ma organizzano feste quasi tutte le sere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *