Il giro turistico di Alghero : La Cattedrale

Il giro turistico di Alghero : La Cattedrale

Questa è la parte finale del nostro giro turistico di Alghero, la città della Sardegna nord-occidentale.

L’unico posto in cui siamo entrati in un edificio durante il tour è stata la cattedrale, La Cattedrale di Santa Maria.

Italia-Sardegna-Alghero-entrata-campanile
La porta molto decorata all’entrata del campanile

Per prima cosa, abbiamo guardato il campanile da via Principe Umberto.

Secondo Sabrina, la nostra guida, il campanile e una parte dell’interno della cattedrale sono i più antichi, la cui costruzione fu iniziata nel 1500 in stile gotico catalano.

Gli intagli sulla porta erano lo stile tipico di questo tipo di architettura.

Ci ha detto che il campanile era aperto al pubblico e potevamo salire tra le 19:00 e le 21:00, quindi abbiamo deciso di tornare un giorno.

A quel punto non siamo entrati nella cattedrale, ma abbiamo fatto il giro e siamo arrivati ​​davanti all’edificio.

Sardegna-Alghero-colonne-facciata
La facciata della Cattedrale

La facciata era in stile neoclassico, completamente diverso dal campanile, e sembrava impossibile che fosse lo stesso edificio.

Le colonne che sembravano greche o romane erano le caratteristiche principali e sembravano fuori posto.

Questa facciata fu completata nel 1862, il che significa che ci vollero circa 300 anni per costruire questa cattedrale.

Il motivo per cui ci è voluto così tanto tempo era che quando hanno iniziato a costruirlo, hanno usato molti materiali costosi come marmi e argenti, cosi’ hanno finito subito i fondi, cosi’ ci ha detto Sabrina.

Giro turistico Alghero
La replica della Vergine di Montserrat

E all’interno, ha sottolineato che la navata era ampia, ma la lunghezza dell’edificio era piuttosto corta e questo perché originariamente avevano progettato di costruire una chiesa più grande, ma a causa della mancanza di denaro, hanno dovuto finirla all’improvviso, per questo non era ben proporzionata.

La parte dietro l’altare in marmo è la più antica.

In questa cattedrale c’è la bara di un fratello del Re di Casa Savoia, perché mentre era in Sardegna, mori’ di peste nera.

E c’è una replica della Vergine di Monserrat, che è stata donata dal Monastero di Monserrat in Catalogna in Spagna.

Apparentemente le persone fanno la fila per vedere la vera Vergine di Monserrat nel monastero di Monserrat, ma qui non c’era nessuno.

Giro turistico-Alghero-altare
L’altare di marmo

Questa vergine è nera e c’è anche una vergine bianca nello stesso stile.

Dopo aver visitato la cattedrale, siamo usciti e abbiamo camminato lungo Piazza Civica e ci siamo fermati nel luogo dove una volta c’era la Porta del Mare e quella era la fine del tour.

Sabrina ci ha chiesto “Pensi che visitare la Sardegna sia rischioso?” e mio marito ha risposto “No, non adesso. In passato era tristemente noto per i rapimenti, però”.

Sardegna-Alghero-porta del mare
La porta del mare di Alghero

Apparentemente intorno agli anni ’70, venivano rapiti persone e figli di famiglie benestanti di tutta Italia in Sardegna,  il fenomeno era dilagante e anche alcuni studenti della scuola di mio marito furono rapiti.

La giovane Sabrina l’aveva chiesto pensando al Covid ch-19, è rimasta molto sorpresa e ha detto “È stato molto tempo fa, adesso non c’e’ piu’ questo problema”.

Quindi la fine del nostro giro turistico di Alghero è stata un po’ divertente, ma il tour stesso è stato comunque molto valido e informativo.

[ Aug.2020 ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *