Macedonia, la capitale Skopie: 5 cose da vedere

Macedonia, la capitale Skopie: 5 cose da vedere

Da quello Romano a quello Ottomano, sono numerosi gli Imperi che hanno regnato sui territori della Macedonia. La capitale, Skopje, non dovrebbe però essere visitata solo per ammirare antiche costruzioni testimoni del passato: quasi completamente distrutta dal terremoto che l’ha colpita nel 1963, questa città appare oggi piuttosto moderna e contemporanea.

Skopje è cresciuta diventando il centro politico, culturale, economico e accademico della Macedonia. Capitale, per gli antichi Romani, della Dardania, è attraversata dal fiume Vardar. Ecco 5 cose da vedere in questa bizzarra città.

Il Vecchio Bazar di Skopje

In Macedonia, nella capitale Skopje, si trova il bazar più grande della regione dei Balcani dopo quello di Istanbul.

Il suo rapido sviluppo è da far risalire all’epoca del dominio ottomano; non a caso lo stile architettonico predominante è proprio quello ottomano.

Ciononostante, il Vecchio Bazar conserva anche interessanti esempi di architettura bizantina, e le ricostruzioni più recenti lo hanno arricchito di elementi di architettura moderna.

La fortezza di Kale

Sorge nel punto più alto della città vecchia, da dove si affaccia sul Vardar.

È considerata una dei punti da cui si può ammirare uno dei panorami più belli di questa città della Macedonia. La capitale potrebbe essere nata proprio qui, durante il Neolitico e l’età del Bronzo, ma la fortezza è stata costruita molto dopo, nel VI secolo dopo Cristo.

I suoi muri in pietra, lunghi circa 121 metri, sono abbelliti da torri quadrate che sono state ricostruite e rinforzate dopo il terremoto del 1963.

È il luogo ideale in cui rilassarsi nella capitale della Macedonia.

Piazza Macedonia

Si tratta di una piazza gigantesca al cui centro svetta un’enorme statua rappresentante un eroe a cavallo al centro di una diatriba internazionale; secondo alcuni, infatti, si tratterebbe di Alessandro Magno, e la sua costruzione ravviverebbe la lunga polemica con la Grecia circa il diritto di chiamare la nazione “Macedonia” e di considerare Alessandro Magno un eroe nazionale.

Oltre alla statua, a Piazza Macedonia si può ammirare anche un Arco di Trionfo mentre ci si rifocilla in uno dei tanti locali che sia gli abitanti della città che sia i turisti amano frequentare dopo il tramonto.

La chiesa del Santo Salvatore

Nota ai locali come Sveti Spas, è la chiesa di Skopje più importante dal punto di vista storico e ha una caratteristica peculiare: è stata interrata per un paio di metri, in modo che secondo quanto disposto dagli Ottomani non fosse più alta di una moschea.

Le sue origini sono fatte risalire al XIV secolo, ma quello che è possibile vedere oggi è frutto di un restauro del XIX secolo.

Al suo interno si trova la tomba dell’eroe macedone Goce Delčev, ucciso dai Turchi nel 1903.

La moschea di Mustafà Pascià

Costruita nel 1492 sulle fondamenta di una chiesa medievale, è stata in parte danneggiata dal terremoto del 1963, ma è ancora funzionante.

Si trova nel centro di Skopje, vicino al Vecchio Bazar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *