Dopo aver mangiato le rane abbiamo visitato l’Abbazia di Morimondo.

Dopo aver mangiato le rane abbiamo visitato l’Abbazia di Morimondo.

[ Dic.2019 ] Sembra che mangino spesso le rane al di fuori di Milano in Italia, in particolare a sud-ovest della città.

Italia-Lombardia-Moncucco di Vernate-ristorante-La Ca' di Ran
L’interno del ristorante

Le avevamo mangiate prima a Pavia, ma questa volta andammo in un ristorante chiamato La Ca ‘di Ran (la casa delle rane) in un apesino di campagna chiamata Moncucco di Vernate.

È ancora all’interno della Provincia di Milano, ma l’atmosfera era completamente campagnola.

Era un ristorante semplice e quando ci sedemmo a un tavolo, un uomo di mezza età si avvicinò a noi e ci chiese “Volete un antipasto di salumi?”, “Il vino, rosso, bianco o frizzante?” E “I nostri piatti principali sono rane fritte, lumache o piccoli pesci. Se volete, possiamo anche cucinare un po ‘di carne”.

Non c’era menu scritto.

Italia-Lombardia-Moncucco di Vernate-ristorante-La Ca' di Ran-rane-fritte
Le rane fritte

Abbiamo ordinato l’antipasto e hanno servito non solo alcuni tipi di salumi, ma anche verdure in salamoia e insalata russa.

Mio marito ha scelto il risotto con le rane come piatto principale, poiché questa zona è famosa per il riso.

Io ho scelto le rane fritte.

Le rane stesse non hanno un sapore forte e erano state semplicemente fritte con il sale, andrebbero molto bene con la birra.

Sembrano grottesche, ma mi piacciono abbastanza.

Quanto al vino, era un Barbera, ma non piemontese, un vino locale, un pò mosso.

Italia-Lombardia-Moncucco di Vernate-ristorante-La Ca' di Ran-vino
Il nostro vino del giorno

Abbiamo preso un dessert ciascuno e il conto è stato di 64 €.

È stato un pranzo carino e semplice.

A proposito, un gruppo di persone anziane (6 uomini e 1 donna) è arrivato subito dopo di noi e circa la metà di loro parlava il dialetto locale, ad esempio il numero 500, cinquecento in italiano, lo pronunciavano “cincen”.

Molte persone anziane in Italia hanno ancora un grande appetito e seguoono il menù tradizionale: Antipasto, Primo (pasta o risotto) e Secondo (piatto principale).

Dopo pranzo, siamo andati all’Abbazia di Morimondo, poco più di 10 km a nord di Moncucco di Vernate.

Questa era un’abbazia originariamente fondata da 12 monaci cistercensi che vennero qui da Morimond in Francia nel 1134.

Italia-Lombardia-Morimondo Abbazia-coro
L’area del Coro

Il punto di riferimento era una grande chiesa in mattoni.

La guida che si trovava lì con un piccolo gruppo stava dicendo “I monaci cistercensi erano molto pratici, quindi costruendo una grande chiesa, hanno protetto l’edificio del loro monastero che si trova dietro di essa”.

Nel loro momento migliore, apparentemente c’erano 50 monaci e 200 fratelli laici.

Ma Morimondo si trova a circa metà strada tra Milano e Pavia e poiché queste due città erano costantemente in guerra l’una con l’altra, l’abbazia fu danneggiata molte volte e i monaci furono uccisi.

Il declino iniziò nel 14 ° secolo.

Italia-Lombardia-Morimondo-Abbazia-chiostro
Il chiostro dell’Abbazia

La loro terra gli fù tolta nel 1561 e lo scioglimento della comunità imposto nel 1798.

Quindi non ci sono monaci adesso.

Italia-Lombardia-Morimondo-panorama
Il bel panorama sulla campagna

Le signore alla biglietteria dissero “Qui non c’è nessuno. Solo noi. Siamo come due suore“.

C’era un organo nella chiesa e il chiostro dell’abbazia era bellissimo, ma tra migliaia di luoghi famosi nel mondo che ci sono in Italia, direi che questo era piuttosto anonimo.

E’ stata una giornata soleggiata ma fredda, l’aria fresca ed il bel panorama sulla campagna era molto rilassante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *