Una bella cittadina, Niagara On The Lake

Una bella cittadina, Niagara On The Lake
canada-niagara-fiume-centrale-idroelettrica
La centrale idroelettrica sul fiume Niagara

[ Giu.2019 ] Alla fine del nostro tour del Niagara in Canada, abbiamo visto la nuova centrale idroelettrica e un orologio floreale.

Il Canada e gli Stati Uniti condividono apparentemente le entrate provenienti dalle risorse idriche del fiume Niagara.

La nostra guida, Tiernan ha scherzato “Al momentto non c’è l’idea di costruire un muro tra gli Stati Uniti e il Canada”.

L’orologio floreale è stato progettato dagli studenti della scuola agraria locale e il suo diametro è di poco più di 12 metri.

Apparentemente i fiori vengono rimpiantati due volte l’anno.

Canada-Niagara-orologio-floreale
L’orologio floreale

C’erano molte persone che facevano il picnic, molti dei quali erano musulmani, il che mi ha ricordato le scene simili che avevo visto molto tempo fa a Shiraz in Iran, poi ci siamo mossi verso l’ultima destinazione del giorno, Niagara on the Lake.

Questa città è situata nel punto in cui il fiume Niagara si fonde con il lago Ontario e una volta era la capitale dell’Alto Canada, la colonia del Regno Unito.

La guerra del 1812, fu combattuta tra il Regno Unito e gli Stati Uniti per possedere i territori del Canada, la Costa orientale degli Stati Uniti, ed il Lago Ontario, durante la guerra distrussero questa città e successivamente la ricostruirono.

La città attuale è il risultato dei lavori di restauro effettuati negli anni ’50.

Canada-Niagara-on-the-lake-carrozza-bianca
Carroza bianca sulla strada principale

Secondo Tiernan, uno dei turisti che aveva accompagnato aveva detto “Questa città non sembra reale, è come un palcoscenico “.

Sono d’accordo perché era troppo bello per viverci realmente.

Abbiamo visto delle carrozze per turisti per le strade e delle persone di varie associazioni per la protezione degli animali protestare per l’uso dei cavalli, e questo era più realistico.

Sulla strada principale c’era una antica farmacia trasformata in museo, siamo entrati a vederla.

L’edificio stesso risale al 1820 e divenne una farmacia nel 1866 quando lo rinnovarono.

Apparentemente questo è un bell’esempio della crescita commerciale durante il periodo della Confederazione.

Canada-Niagara-on-the-Lake-antica-farmacia
L’antica farmacia

È stata una delle farmacie più antiche del Canada fino alla sua chiusura nel 1964.

Ho raccolto queste informazioni dal tabellone accanto al museo.

C’erano molti negozi e caffè attraenti in città e uno di questi era un negozio di gioielli con pietre preziose, una delle cose che mi aspettavo in Canada era vedere delle belle pietre semipreziose.

Ci sono molte miniere in Canada, quindi dovevano esserci molte pietre naturali per gioiellerie, così pensavo.

Conoscevo la Labradorite dalla regione di Labrador, ma mi aspettavo di vedere molto di più.

Canada-Niagara-on-the-Lake-fiori-città
Bei fiori in città

La commessa in questo negozio mi ha detto che le pietre canadesi sono l’ammolite i cui colori sono troppo appariscenti e la giada color verde opaco.

Non mi piaceva nessuna delle due, così ho comprato un ciondolo turchese viola che non aveva niente a che fare con il Canada.

Il prezzo esposto era di circa 75 C $ ($ 56,3, € 50,5 £ 46,7), ma l’importo effettivo che ho pagato era superiore a 90 C $. Ciò che è stato aggiunto è l’imposta chiamata IVA armonizzata.

In Canada l’aliquota di questa imposta è diversa a seconda dello stato o della città e forse a causa di ciò non mostrano l’intero importo che devi pagare alla cassa, la cosa è abbastanza fastidiosa ed è difficile abituarsi. Si capisce solo alla fine quant’è il prezzo finale per chi compra.

In Europa, la tassa è inclusa nel prezzo esposto.

Alla fine della nostra vacanza mio marito quando è arrivato alla cassa per pagare delle magliette era convinto che la cassiera avesse sbagliato il contaggio e si è lamentato molto, ma in effetti la cassiera gli ha fatto vedere che la cifra era giusta mancavano semplicemente i costi dell’IVA, in quel caso due aliquote diverse.

Un’altra cosa a cui non ci siamo abituati era il sistema delle mance in Canada. In alcuni casi ci hanno chiesto il 25% di mancia, gli abbiamo dato il 10% che per noi era già più che sufficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *