La metropolitana di Mosca

La metropolitana di Mosca

[Agosto 2017]

Il primo giorno a Mosca, la capitale della Russia, dalle 9 di sera c’era un tour opzionale che si chiamava Mosca di notte.

Era di base un tour che si faceva visitando le stazioni della metropolitana di Mosca.

La guida di questa volta si chiamava Sergej e sembravano giovane e poco uomo di mondo.

Siamo andati in bus al centro e abbiamo cominciato entrando nella stazione di Belorusskaja.

La metropolitana di Mosca è nota per gli interni lussuosi come quelli di una reggia.

Essa fu apertanel 1935 e lo stile delle decorazioni, dei mosaici o delle pitture può far pensare alla dinastia Romanov, ma se si guarda meglio si vede che mosaici, immagini e decorazioni rappresentano, in uno stile tipico dell’Unione Sovietica, dei comuni lavoratori.

Ogni stazione era stata fatta di migliori architetti  a cui era richiesto non solo di costruire qualcosa di funzionale, ma anche che cogliesse la particolarità di ogni posto.

Per esempio la stazione Bielorusskaya era stata decorata in modo da ricorda la Bielorussia, che prima faceva parte dell’Unione Sovietica.

I materiali usati con profusione erano vari tipi di marmi pregiati provenienti dalla catena degli Urali e altre pietre semipreziose come agata e onice.

Sergej ha detto che questo la ragione di questo fasto era da ricercare nell’intenzione di portare l’arte, che so trova nei musei, presso i lavoratori che poiché lavoravano duramente non avevano tempo per visitarli.  

Sia io che mio marito eravamo già stati a Mosca, quindi non siamo rimasti sorpresi dal fasto della metropolitana, ma dal sapere che negli orari di punta essa passa una volta ogni 45 secondi.

A Londra anche all’ora di punta il tempo di attesa medio è 5 minuti.

Inoltre anche il prezzo è ben diverso, qui ovunque si vada una corsa costa  50 rubli (100 euro). A Londra solo per viaggiare nell’area più vicina al centro ci vogliono 4,90 sterline se si paga in contanti e 2,40 sterline se si usa la card.

Perciò ogni giorno la metropolitana di Mosca trasporta il doppio delle persone di quella di Londra.

Sergej ha detto che la puntualità degli autisti è un punto fondamentale, perciò si deve entrare e uscire dalla dai treni abbastanza velocemente.

Da questo punto di vista somigliano ai treni giapponesi (io una volta non ero potuta scendere dal treno Shinkansen perché il passeggero di fronte a me era lento ed ero dovuta andare alla stazione successiva, che è molti km  distante e poi tornare indietro.

Anche se era ormai notte la gente del posto che prendeva la metropolitana camminava veloce e spedita e mio marito ha detto che gli sembravano come i giapponesi.

Siamo rimasti ammirati anche dall’estrema pulizia della metropolitana, malgrado il gran numero di persone che la utilizzavano.

Dalla stazione Bielorusskaja in metro siamo andati alla stazione Novosblodskaja dalle belle vetrate, poi alla stazione di Komsomolskaja dallo stupendo  soffitto giallo e poi a quella di Kievskaja con stupendi mosaici che hanno come tema l’Ucraina.

L’ultima che abbiamo visitato è stata la stazione di parco Pobedy, aperta nel 2003.

Questa essendo la più profonda di Mosca e una delle più profonde del mondo, quindi può essere anche usata come rifugio antiatomico.

Qui non c’erano decorazioni particolari  come di una reggia, ma erano stati usati i marmi pregiati e il design e la pulizia erano allo stesso livello delle altre stazioni.

Da questa stazione siamo usciti all’esterno e ci siamo diretti al vicino al parco della Vittoria.

A questo punto è iniziato a piovere e non ha smesso nemmeno il giorno successivo.

Vi dico altre cose che hanno a che fare con la metropolitana di Mosca. Siccome è molto profonda anche le scale mobili sono lunghe e quando ero venuta in passato ero rimasta spaventata dalla questa  lunghezza e dalla velocità.

Questa volta la lunga scala mobile è ancora lì, ma non era veloce come allora.

Mi chiedo se abbiano cambiato la velocità per i bimbi e gli anziani.

Il giorno successivo prendendo la metro ci siamo accorti di un’altra cosa che ci ha confuso un po’, cioè che a seconda delle linee la stessa stazione può cambiare nome.

Avendo la mappa la metropolitana di Mosca è molto facile da  usare ma è bene ricordare questa cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *