La notte a Sust ed il giorno dopo..

La notte a Sust ed il giorno dopo..

Pakistan-Sust-dentro-camion
Dentro un camion decorato

[ Sett.1996 ] La prima città del Pakistan, dopo aver attraversato la Cina, fu Sust, dove passammo del tempo con l’uomo britannico con cui avevamo viaggiato sull’autobus.

Siamo andati al bazar che non era affatto speciale ma sulla via del ritorno abbiamo visto un camion magnificamente adornato.

Apparentemente stava partendo per Lahore.

Dato che era così decorato, abbiamo chiesto loro di aprire la porta affinché potessimo guardarci dentro e scattare foto.

Dopo di che abbiamo passeggiato osservando il panorama delle montagne altissime ed anche la valle sottostante.

Quando si stava facendo buio, la mezza luna saliva dietro la cima appuntita di una montagna, mi mi ricordava un dipinto di Magritte.

Per cena, siamo andati al ristorante all’interno del Mountain Lodge Hotel perché era consigliato nelle nostre guide.

Quando uscimmo dal nostro hotel al buio, rimasi a bocca aperta vedendo il cielo stellato che era molto vicino a noi ed era così chiaro.

Forse a causa dell’alta quota (circa 2800 metri), le stelle erano molto più vicine di quelle che avevamo visto a Turpan nello “Starry Sky Tour” e potevo vedere molto chiaramente Via Lattea.

L’Aratro era enorme e mi sembrava di poterlo toccare.

Pakistan-Sust-ragazzini
Ragazzini molto socievoli

E la luce della luna era molto luminosa.

Mi sentivo come se fossi atterrato su un altro pianeta, tutto non sembrava reale

Poi andammo a cena.

Ci siamo seduti attorno a un tavolo illuminato dal lume di candela.

Sembra romantico, ma in realtà è stato solo perché in questa città l’elettricità non funzionava fino alle 21.

Quello che servirono fu una zuppa con coriandolo, riso, patate al curry, pollo al curry, fagioli al curry (quei curry non erano molto caldi quindi era più simile agli stufati) e Chapati, il pane sottile e piatto.

Comunque, dato che era così buio, non potevamo vedere esattamente cosa stavamo mangiando.

Pakistan-Sust-vestiti
Il loro modo di asciugare i vestiti ?

E poiché in Pakistan non era consentito l’alcool, bevemmo solo un bicchiere d’acqua per accompagnare il pasto.

Ci hanno servito il tè alla fine ed in totale è costato 100 rupie a persona ($ 1 = 37,53 rupie in quei giorni).

Ad essere sincera, questo non era affatto il mio pasto preferito, ma non potevo essere pignola in questo tipo di posto.

Quella notte, stavo bene, ma il mio compagno di viaggio è dovuto andare in bagno molte volte.

Sembrava che i fagioli al curry che non avevo mangiato fossero cattivi.

Già la prima notte in Pakistan, sembrava avere quello che chiamiamo “Paki-bara (grave gastroenterite da intossicazione alimentare in Pakistan)”.

Pakistan-Sust-Karimabad-Karakorum-Highway
Gente che attraversa un ponte sospeso sul fiume

Non sembrava stare bene la mattina dopo, quindi stavo pensando di rimanere un altro giorno qui, ma dopo aver bevuto una tazza di tè e un po ‘di sonno, il suo stomaco si è calmato.

Quindi, come previsto, abbiamo noleggiato una jeep (1000 rupie) con l’uomo britannico e siamo scesi sull’autostrada del Karakorum.

Poiché era un’auto privata, potevamo fermarci tutte le volte che volevamo fare foto, il che era molto diverso dal precedente autobus locale regolare.

Ci siamo riposati e abbiamo preso un po ‘di tè nel piccolo villaggio chiamato Passu lungo la strada.

Hanno servito il tè in una teiera e l’abbiamo bevuto con una tazza da tè, il tutto era molto all’inglese.

Anche il servizio è stato raffinato.

Pakistan-Sust-Karimabad-Karakorum-Highway-montagne
Bellissime cime delle montagne

Sono rimasta sorpresa nel vedere che la cultura era così diversa ​​da questa parte del passo di montagna.

Le persone che vivono nella valle, in particolare le donne vestivano colorato ed erano molto fotogeniche.

Indossavano Salwar Kameez dai colori vivaci e alcuni vestivano cappelli, simili a quelli tagiki e grandi scialli.

Alcuni non avevano alcun copricapo, il che significava che l’Islam da queste parti era meno severo.

Ai piedi di montagne ripide grigiastre c’erano alcuni punti di verde e quelli erano i villaggi.

Pakistan-from Sust to Karimabad-Karakorum Highway-Altit Fort
Altit Fort

Le loro case erano basse e fatte di pietre.

In un villaggio abbiamo visto un bel campo a terrazze e, secondo l’autista della jeep, in quel posto coltivavano patate.

Dopo più di due ore di viaggio, poco prima di arrivare a destinazione, Karimabad, abbiamo alzato lo sguardo verso Altit Fort.

La torre apparentemente aveva circa 1100 anni, il che lo rende l’edificio più antico di questa regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *