La miniera di sale

La miniera di sale

[Dicembre 2017]

Di che pensate sia fatto il pendente che vedete in questa foto?

Mi sono piaciuti design e materiale e l’ho acquistato, ma il negoziante mi ha detto “State attenta al contatto con il calore e con l’acqua”.

Infatti è fatto di sale.

L’ho comperato nelle miniere di salgemma di Zipaquira, le più grandi della Colombia, a 50 km a nord di Bogotà.

All’origine era una montagna delle popolazioni indigene Muisca che grazie al sale erano molto ricchi.

Allora il sale veniva estratto raschiandolo dalla superficie della montagna, ma ora c’era una vera e propria miniera, così ricca che si dice il sale possa continuare a essere estratto ancora per altri 500 anni.

Sono miniere e attrazioni turistiche che contano 5000 visitatori al giorno nei giorni feriali e 8000 nei fine settimana.

La maggiore attrazione è la cattedrale scavata nel sottosuolo.

Il lavoro nelle miniere di sale è rischioso quindi è comprensibile il sentimento di affidarsi alla protezione divina, anche se sembra che nel mondo ci siano solo tre chiese nel sottosuolo di questo genere. Le altre due in Polonia.

Ho visitato una delle chiesa di sale polacche a Wieliczka, ma là l’atmosfera del luogo di culto era tradizionale, qui, invece, la chiesa era in uno stile moderno.

La chiesa che si poteva vedere oggi era infatti nuova, ma sembra che in passato ce ne fosse anche un’altra.

La precedente era stata realizzata nel 1954, ma era stata chiusa del 1992 per problemi di sicurezza.

Per questa ragione era stata costruita l’attuale nuova chiesa la cui costruzione iniziata nel 1990 aveva richiesta 5 anni.

Il progetto era stato scelto con un bando pubblico e ci sono 14 cappelle con scene della via crucis che portano alla sala  di culto principale.

In ogni cappella c’è una croce di sale e delle 14 croci ognuna è stata realizzata da una diversa ditta di costruzione.

Secondo Andie, la nostra guida, la croce principale era stata scavata in un’unica roccia di salgemma, ma l’effetto era di  una croce separata piazzata sulla roccia.

Questa è la più grande croce sotterranea del mondo.

Sebbene sia chiamata “cattedrale”, sembra non sia riconosciuta dalla chiesa cattolica come luogo di culto, così le gente la affitta anche per cerimonie e feste private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *