Una corsa veloce nella Laguna di Anzali

Una corsa veloce nella Laguna di Anzali

[ Mag 1999 ] La mattina dopo essere stati una notte a Bandar-e Anzali, la città sul Mar Caspio in Iran, abbiamo fatto colazione al bar in riva al mare.

Iran-Bandar -Anzali-miele
Un miele molto buono

La nostra guida, Khalil ha acquistato del miele e della panna, che erano le specialità di questa regione e quella era la nostra colazione.

Questo miele aveva il nido d’ape.

È stata la prima volta che ho mangiato il nido d’ape della mia vita.

Ed è stato davvero interessante!

Dopo colazione, abbiamo preso una barca sulla laguna di Anzali.

Pensavamo che ci saremmo divertiti a rilassati su una barca a remi, ma in realtà era una barca a motore e si lanciava molto veloce nella laguna, il che era molto eccitante.

Questa laguna è famosa per gli uccelli selvatici e apparentemente quando le ninfee sono in piena fioritura, l’area diventa rosa tutto intorno ed è molto bella.

Iran-Anzali-Lagoon-acqua-lago
Sfortunatamente niente fiori

Sfortunatamente, eravamo troppo presto per le ninfee, ma è stato molto bello passare attraverso le piante verdi sulla barca.

Il barcaiolo non parlava inglese, ma si sforzava di comunicare con noi con dei gesti, il che è stato carino da parte sua e ci siamo trovati davvero bene.

Dopo essere scesi a terra, siamo passati alla destinazione successiva.

Dato che abbiamo trascorso solo 2 settimane in Iran e c’erano così tanti posti che volevo vedere, alla fine questo tour è stato molto intenso.

Sulla strada, ci siamo fermati in una città sconosciuta, e Khalil e Ali hanno fatto acquisti, l’autista ha acquistato alcuni angurie, mentre stavo aspettando in macchina e ho scattato alcune foto dal finestrino.

Iran-Bandar-Anzali-uomini
Iraniani molto chiacchieroni

Un paio di uomini mi notarono e mi dissero con un gesto di scattargli delle foto  e io lo feci, poi sembrarono felici per questo.

Abbiamo fatto anche quattro chiacchiere con le persone locali che erano insegnanti di inglese.

In generale, ho scoperto che il popolo iraniano era gentile e amichevole.

Poi siamo passati su una montagna e abbiamo pranzato con un altro kebab.

Va bene che mi piacciono i kebab …

Era un posto incantevole, pieno di verde.

Anche le persone che stavano cuocendo i kebab erano simpatiche e socievoli, quindi ho chiesto se per loro andava bene fotografarli mentre preparavano i kebab.

Sembravano felici, ma quando ho puntato la fotocamera verso di loro, il loro sorriso è scomparso e si sono irrigiditi ed avevano un’espressione molto seria.

Non sembravano abituati a farsi fotografare.

Comunque, se avessimo viaggiato da soli prendendo una serie di autobus, non avremmo fatto questo delizioso pranzo in montagna, per questo ho mangiato un’altra volta volentieri il kebab.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *