Le persone che abbiamo incontrato nel nostro viaggio a Kermanshah

Le persone che abbiamo incontrato nel nostro viaggio a Kermanshah

[ Mag. 1999 ] Da Hamadan, una città nell’Iran occidentale, abbiamo visitato Kermanshah solo per un giorno.

Kermanshah è la capitale della provincia omonima che ha il confine con l’Iraq e la maggior parte della popolazione è curda.

Iran-Kermanshah-Taq e Bostan-rilievi
I rilievi di Taq-e Bostan

Ed è famosa anche per la tessitura dei tappeti.

Quindi mi aspettavo di vedere qualcosa a che fare con i tappeti, ma dove siamo andati c’erano solo rovine.

Quel posto si chiamava Taq-e Bostan e c’erano alcuni rilievi del periodo dell’impero sasaniano.

Questo impero credeva nello zoroastrismo, abbiamo visto un riliievo di Ahura Mazda, il dio più importante di questa religione.

Ci hanno detto che arrivano spesso gruppi di turisti giapponesi e alcuni ragazzi che vendono souvenir mi hanno parlato in giapponese “Da dove vieni?“.

Ho potuto capire che era un sito storico importante e prezioso, ma poiché il mio interesse era limitato ai tappeti, non mi interessava molto.

Successivamente, mentre ci stavamo spostando su altre rovine, abbiamo visto alcune persone che lavavano il vello sulla riva del fiume.

Quindi ci siamo fermati lì, rinunciando a visitare le rovine.

Essere in grado di cambiare il piano era uno dei vantaggi del viaggio privato.

Iran-Kermanshah-donna
Una donna che lavorava al vello

C’erano alcune donne e bambini che lavoravano ed erano gentili e amichevoli.

All’inizio erano timidi, ma dopo un pò il bambino più piccolo si fermò addirittura davanti alla mia macchina fotografica a bloccarmi la vista per gioco.

Abbiamo scattato alcune foto con loro e ci siamo divertiti.

La donna più anziana con denti d’oro lucenti era orgogliosa di dire che tutti quei 12 bambini che correvano intorno erano tutti suoi.

Sembrava che in questa zona avere molti figli fosse un motivo particolare di orgoglio.

Iran-Keermanshah-famiglia
La famiglia dal bell’aspetto

La donna che avevo incontrato nel bagno termale era la stessa.

Questa donna con 12 bambini ci ha invitato a casa sua, ma a causa del nostro programma stretto abbiamo dovuto rifiutare e andare avanti.

Sulla strada, ci siamo fermati in un semplice caffè e abbiamo mangiato dell’anguria.

Le angurie in Iran erano deliziose.

In effetti l’anguria non è la mia preferita in generale, ma qui in Iran, erano così buone!!!

Iran-Hamadan-Ganjnameh-rocce-scolpite
Le rocce cuneiformi di Ganjnameh

Successivamente, abbiamo visitato Ganjnameh, una roccia con due pannelli cuneiformi, che furono scolpiti nel periodo dell’Impero achemenide nel V secolo a.C.

Questo era situato vicino ad Hamadan, a circa 12 km a sud ovest della città.

Sulla via del ritorno, abbiamo visto alcune tende su una collina e la nostra guida ci ha detto che erano le tende dei nomadi, quindi abbiamo deciso di visitarli.

Il mio scopo principale di questo viaggio era vedere persone nomadi che tessevano tappeti.

Quando siamo arrivati, una famiglia curda stava solo facendo il burro scuotendo la borsa di pelle di mucca che conteneva latte.

Iran-Hamadan-nomadi-latte
Facendo il burro

Anche queste persone erano molto amichevoli e alcune ragazze mi hanno invitato a unirmi a loro per fare questo lavoro.

Ho provato un po ‘e mi sono fermata, poi le ragazze mi hanno esortato a fare di più.

La ragazza più grande aveva circa 15 anni e il resto era più giovane, ma la forza delle loro braccia era notevole.

Ho visto le loro mani mentre lavoravamo insieme sul burro e ho scoperto che erano già mani da operai.

La ragazza più estroversa aveva gli occhi verde chiaro.

Iran-Hamadan-ragazze-nomadi
Ragazze nomadi

Gli iraniani e i turchi hanno spesso la pelle scura, ma questo perché molti di loro lavorano sotto la forte luce del sole e gli  uomini hanno spesso una folta barba nera, ma mi sono resa conto che erano fondamentalmente bianchi.

Ci hanno dato del latte di pecora diluito con acqua e ad essere sincera ho faticato a berlo.

Dopo aver bevuto tutto, hanno indicato una borsa fatta di pelle di pecora o di mucca e ci hanno detto che avevano dentro l’acqua, il che mi ha abbastanza scioccata.

Fortunatamente, non ho avuto problemi allo stomaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *